Doppio impegno remiero in arrivo per la Ginnastica Triestina Nautica

Duplice impegno remiero nel prossimo week end per la Società Ginnastica Triestina Nautica, lo storico sodalizio della Sacchetta, che organizzerà sabato 8 e domenica 9 dicembre – in collaborazione con la Federazione Italiana Canottaggio, il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia e la co-organizzazione del Comune di Trieste – due eventi dedicati al canottaggio di caratura nazionale ed internazionale: al sabato, il club biancoceleste terrà a battesimo la I Edizione della “International Borin Coastal Rowing“, mentre alla domenica, sarà la volta della regata della tradizione delle long distance triestine, la XXII edizione della “Coppa di Natale – XI Memorial Mario Ustolin“.

Un esordio per il coastal rowing, per la prima volta in acqua nel Golfo di Trieste, con oltre un centinaio di atleti provenienti da tutta Italia, ma anche da Repubblica Ceca, Gran Bretagna, Austria ed Ungheria. La gara, con il primo start alle 8.30, prevede un percorso di 4000 metri per i master e 7480 per le altre categorie. La scelta degli organizzatori è stata quella di favorire la massima visibilità per il pubblico a terra, la competizione infatti partirà dallo spazio acqueo antistante piazza Unità d’Italia e dopo un percorso che si svilupperà sia all’esterno che all’interno della Diga vecchia, avrà come traguardo il Molo Audace e il Bacino San Giusto. A rendere più avvincente la sfida saranno una serie di stretti giri di boa che metteranno alla prova la preparazione degli equipaggi e la perizia dei timonieri. In gara, nei singoli, doppi e 4 di coppia con timoniere, equipaggi dai migliori club di Praga, Jersey, Vienna, Villach, Linz e Budapest. Una disciplina, il coastal rowing, che vede Trieste come la scuola del canottaggio costiero più medagliata ai recenti mondiali e che sta trovando sempre maggiori estimatori, tanto da pensarla come disciplina olimpica ai Giochi del 2024.

Alla domenica, di scena yole, canoini, gig e le barche da coastal, che si confronteranno nella regata che conclude la stagione del canottaggio, la Coppa di Natale – Memorial Mario Ustolin, dedicata al suo atleta ed allenatore più rappresentativo: Olimpionico nel ’48 a Londra e vicecampione d’Europa l’anno successivo, Ustolin ha legato il suo nome ai momenti agonistici più importanti della Ginnastica Triestina (il singolista Rebek ed il 2 senza di Petri e Mosetti alle Olimpiadi di Roma) negli anni ’60, negli anni ’80 forgiando armi di indiscusso valore nazionale ed internazionale come il doppio di Vremec e Tersar, il 2 senza dei gemelli Boschin, ed il 4 senza pesi leggeri dei due Boschin, Zettin e Gostisa in azzurro ai mondiali di Bled. Domenica, il percorso di circa 6 km, vedrà la partenza, in due gruppi distinti (alle 9.45 il primo, alle 11.00 il secondo), dal Molo Audace lato Bacino San Giusto, giro delle due boe all’altezza della Canottieri Nettuno ed arrivo al Molo Audace.