Eleonora Omoregie: a Donetsk per dimenticare gli infortuni

Eleonora Omoregie (Foto Atletipercaso.net)
Eleonora Omoregie (Foto Atletipercaso.net)

Sarà una delle protagoniste più attese ai prossimi Campionati del Mondo Allievi che si disputeranno ne prossimi giorni a Donetsk, in Ucraina: si tratta della giovane promessa dell’Atletica Udinese Malignani, Eleonora Omoregie.

Di origini nigeriane, nata a Venezia nel 1996, vive da quando era una bimbetta a Plasencis, nel comune di Mereto di Tomba. A febbraio ha raggiunto l’1,78, miglior risultato ottenuto finora e che gli ha permesso di poter partecipare ai Mondiali: «Avevo già ottenuto questa misura lo scorso anno – lei precisa – e a febbraio mi sono ripetuta a Modena in indoor. Poi, durante l’ultimo salto mi sono infortunata al polpaccio sinistro e ho dovuto stare ferma più di un mese. Alla ripresa ho avuto problemi con il bicipite, tanto che ho potuto partecipare a sole tre gare outdoor. Lo scorso 19 giugno a Pordenone ho ottenuto 1,73. Non mi sono esaltata ma, considerando le disavventure fisiche sono stata molto soddisfatta».

L’atleta del Malignani, che si ispira ad Alessia Trost, ha ben16 fratelli e suo padre è tornato da un po’ in Nigeria. E’ così la madre, quando non è impegnata con il lavoro, a seguirla nelle gare. Ed è brava anche a scuola, Eleonora, al quarto anno del liceo scientifico Marinelli. E i suoi risultati sportivi non sono frutto del caso. «D’ inverno mi alleno anche cinque volte alla settimana a Mereto di Tomba, nella società dove sono partita – riferisce -. Dopo il mondiale in Ucraina mi concederò forse una settimana di vacanza per poi ripartire per gli Italiani di ottobre. Il mio rapporto con il tecnico Ivan Di Fant va oltre l’aspetto professionale perché riusciamo a parlare di tutto. Mi allena da un po’ di anni e per me è molto importante». (Biancamaria Gonano)