Enduro – Per Battig al via una stagione con grandi ambizioni

Prende il via la stagione agonistica di Alessandro Battig, sabato il pilota del Moto Club Trieste esordirà a Gioia Dei Marsi in occasione delle prime due prove dei Campionati Assoluti d’Italia di enduro

Alessandro Battig già due volte Campione italiano Motocross (250), una volta Campione Italiano Enduro (Assoluti d’Italia cl. 250), già pilota Honda, nel 2018 Campione Europeo assoluto con la Kawasaki 450 4T, occasione in cui è diventato Campione Continentale anche con la Squadra Nazionale, riparte nella stagione 2019 nella nuova, per lui, categoria ovvero la 300 2T (due tempi) con la stessa scuderia (E50) con cui è stato vincente con la Kawasaki, ma questa volta in sella alla moto spagnola GAS-GAS molto più performante la quale richiede un certo adattamento nel modo di pilotare. Con questo mezzo Battig affronterà i Campionati Assoluti d’Italia già a partire da sabato 2 marzo a Gioia Dei Marsi (L’Aquila).

Nella località abruzzese si terranno infatti le prime due prove, delle nove complessive, del massimo campionato di enduro. Una nuova esperienza quindi per Alessandro che si trova a gareggiare tra “i grandi”, con una moto a 2 tempi, a offrire aspettative all’altezza del pilota del Moto Club Trieste. Battig parteciperà inoltre ad alcune prove del Campionato Mondiale e sicuramente a quella italiana che si disputerà a giugno. Certamente, per gareggiare in tutto il mondiale (14 Gran Premi) sarebbe auspicabile una copertura a livello sponsorizzativo non certo facile da ottenere dalle nostre parti. Anche il resto del folto gruppo enduristico del club giuliano è in procinto di aprire la stagione nazionale dopo la buona prova nell’Enduro-Country di domenica scorsa dove Collovigh (vincitore), Zanatta e Hriaz si sono messi in evidenza nella gara triveneta di Sacile.

Fabrizio Hriaz, sempre vincitore nel 2018 tra i veterani, inseguirà quest’anno il suo decimo titolo tricolore, mentre è atteso il ritorno alle gare, dopo un anno di stop, di Carlo Ziber già campione triveneto.