Enduro, trionfo Battig agli Assoluti d’Italia

Alla fine ce l’ha fatta , e con un buon margine, Alessandro Battig a vincere gli Assoluti d’Italia di Enduro nella sua categoria ,la 250 (E1), con la Honda Red Moto-Zanardo.

battig gp franceA Borno, in provincia di Brescia, si sono svolte le due ultime prove delle nove previste dal durissimo calendario. Durissimo anche pechè Battig ha partecipato a tutto il Campionato Mondiale, in questo caso tra gli Juniores, concludendolo al quarto posto, grazie ai due magnifici secondi posti guadagnati al gran Prix di Francia solo due settimane fa. Se non fosse stato per due ritiri per guasto tra le quattordici prove , il giovane pilota del Moto Club Trieste avrebbe conquistato anche il podio iridato.

Tornando all’epilogo italiano di Borno, Battig ha finito la prima giornata, quella di sabato, al terzo posto, mantenendo però ancora un buon vantaggio sui rivali più vicini in calssifica, Albergoni e Manzi. Ieri, Battig è riuscito a “spingere” fino ad aggiudicarsi la gran parte dell 11 prove speciali previste nel grande giro prealpino e a conquistare il titolo italiano con grande merito. A soli 23 anni, è questo il terzo titolo italiano che il giovane può vantare, dopo i due vinti – il primo a sedici anni – nel Motocross, classe 250, e senza contare i quattro vinti da “ minicentauro”. Un talento, oltre che figlio d’arte. Agli Assoluti d’Italia si sono distinti altri piloti regionali: Maurizio Micheluz, nella categoria di Battig, termina al quinto posto riportando al suo attivo alcune performances vincenti in varie prove speciali; anche nel Mondiale l’avianese delle Fiamme Oro è stato autore di ottime prove. Brillantissimo il manzanese Lorenzo Macoritto, secondo negli Junior under 18. A Borno si è conclusa anche la Coppa Italia di Enduro nella quale un altro pilota del “Trieste” ha centrato la vittoria: si tratta di Alberto Cicalò, primo assoluto e vincitore della classe Senior.

Per il club triestino la stagione delle specialità fuoristrada si è arricchita anche con le affermazioni di Marco Massarotti, vincitore del Trofeo Testori (Enduro under 18), e di Marino Fontanot, neo Campione Italiano di Trial d’ Epoca, classe 125.