Evergreen ad un passo dai play-off

La formazione degli Evergreen
La formazione degli Evergreen

Con la vittoria sul Dream Team, gli Evergreen sono ad un passo dalla qualificazione ai Play off. Continuano a vincere i Panthers mentre ottengono la loro seconda vittoria i Farks che superano i Ducks dopo due extrainning. Vittoria infine per gli Scanty Nay che si impongono sui Bintars, sempre più campioni di sfortuna.

DREAM TEAM 15 – EVERGREEN 18. Termina, con la sconfitta contro i Campioni in carica, il sogno play off per il Dream Team di Lubiana. Gara interessante fino all’inizio della settima ripresa, inning al quale il team sloveno si presenta addirittura in vantaggio nel punteggio. L’ultima ripresa però va ad appannaggio degli Evergreen che mettono a segno sette punti riuscendo a contenere le velleità di recupero degli sloveni. Con questa vittoria gli Evergreen diventano artefici del loro destino perché, in caso di vittoria nell’ultimo turno, sarebbe certa la qualificazione alle semifinali (come terza) senza dover aspettare il risultato della gara dei Key dal Neri.

PANTHERS 19 – BREWERS 12. Bella partita quella vista sul campo di gioco di Porpetto dove si sono affrontate due squadre che hanno dato vita ad un incontro piacevole e divertente. Alla fine ad avere la meglio è stata la squadra di Cervignano che ha fatto sua l’intera posta con il punteggio finale di 19 a 12 dopo essere però stata in svantaggio nel punteggio fino alla terza ripresa. Da segnalare nei Panthers il fuoricampo di Vladimir Medina e le ottime prestazioni di Andrea Colpo e Michele Corrado autori di tre validi ciascuno.

BINTARS 6 – SCANTY NAY 12. Vittoria in controllo per gliScanty Nay che sfruttano a pieno la prestazione dei propri lanciatori Vasquez-Benvenuti-Ferluga per poi guadagnare la vittoria grazie alla costante pressione esercitata dal proprio attacco (in cui si segnalano le prestazioni di Stefano Luccas e Federico Brunello). In vantaggio per 6 a 0 alla fine del terzo inning, gli Scanty Nay hanno subito un primo tentativo di recupero da parte dei Bintars (a segno tre volte nella stessa ripresa) per poi però rintuzzare le velleità avversarie grazie alla segnatura di altri 6 punti. A nulla è valso, se non a ridurre lo svantaggio fiinale,l’ultimo tentativo di rimonta dei Bintars. Con gli infortuni di Valentina Maraspin (sostituita da Carmen Tavano, in campo direttamente dalla lista infortunati) e Rosario Montagna, i Bintars allungano decisamente in testa alla classifica per la squadra più sfortunata del torneo.

DUCKS 22 – FARKS 23. Sono serviti oltre tre ore di gara e ben nove inning per stabilire la vincitrice della gara fra i Ducks ed iFarks. Gara dai risvolti quasi incredibili con i sette inning regolamentari che si chiudono sul punteggio di 11 a 11 in un continuo susseguirsi di capovolgimenti di fronte. Il primo extrainning sembra essere il punto di svolta della gara con i Farks che segnano 10 punti a cui rispondono i Ducks a segno anche loro 10 volte. I Farks vanno a segno altre due volte nella nona ripresa mentre i Ducks vedono sfumare la vittoria sulla presa al volo dell’esterno dei Farks Luca Cotza. Da segnalare le prestazioni di Manuel Leban (fuoricampo da tre punti per lui) e Luca Zendola dei Farks mentre nei Ducks si sono messi in bella evidenza Stefano Licitra e Mario Marussig, quest’ultimo autore di una spettacolare presa al volo.