Ferlora: “Abbiamo vinto una scommessa difficile”

Graziano Ferlora
Graziano Ferlora
Graziano Ferlora

«Sono estremamente soddisfatto – esclama un raggiante Graziano Ferlora, deus ex machina di Evinrude – , abbiamo vinto una scommessa difficile, che in pochi avrebbero giocato. Abbandonare la mezza maratona, optando per una corsa in montagna, è stata una scelta coraggiosa. Abbiamo deciso di seguire le indicazioni dei podisti, sempre più affascinati da questa disciplina, mettendo da parte la 21 km, competizione che si sta inflazionando, se si considera la notevole offerta sull’intero territorio nazionale”.

“Crediamo molto in questa formula che, sicuramente, riproporremo nel 2014. Voglio ringraziare quanti hanno permesso tutto questo, a partire da Luciano Comelli, ideatore del percorso. Sergio Bavazzano, direttore del Centro commerciale Montedoro Freetime, ha creduto da subito nelle potenzialità di questo evento, mentre ci sono centinaia di volontari che hanno vigilato lungo i 23 km che dividono la partenza dal traguardo. Molti di questi sono sloveni, della comunità di Ancarano. A loro va il mio ringraziamento».