Focus sul Centro di Aggregazione Regionale

Centro di Aggregazione di Moruzzo
Centro di Aggregazione di Moruzzo

Se in regione si fa un censimento dei bambini dagli 8 agli 11 anni d’età e ci si focalizza su quelli che dimostrano già una spiccata propensione nel maneggiare la racchetta e nel frequentare gli allenamenti organizzati dal proprio circolo e se poi si estrapolano quelli con genitori in grado d’incoraggiare la loro formazione tennistica, ebbene, la mappa geografica che ne deriva presenta una disomogeneità geografica, in relazione ai circoli di appartenenza, con i migliori soggetti, distribuiti un po’ a macchie di leopardo.

Ecco che allora, salvo alcune rare eccezioni, il problema dei contatti, delle reciproche conoscenze e dei confronti con i pari età dello stesso livello diventa difficile e l’isolamento può ritardare i primi approcci di socializzazione sportiva e la misura dello stato d’avanzamento tennistico. E’ uno degli argomenti che ha spinto la Fit nazionale e quella regionale ad attivare il Centro di Aggregazione del Friuli Venezia Giulia, polo di allenamenti che s’esplica con due appuntamenti settimanali, uno nel cuore del Friuli collinare, presso il Tc Moruzzo, e l’altro sulle rive dell’Isonzo, nei campi del Tennis Campagnuzza.

L’attività, coordinata dal tecnico federale di Macroarea Nord-Est Alberto Tirelli, si avvale dell’opera del maestro nazionale Matteo Tognon e del Preparatore fisico di grado 2, Adriano Manzin. Un terzetto che canta esercitazioni in perfetta coralità, mantenendo raffronti con i maestri di club dei convocati e coltiva il dialogo con le famiglie. Il risultato dell’aggregazione dei piccoli vede come fattore dominante l’impatto emotivo, la scossa in grado di generare motivazione a getto continuo e di fondersi con il piacere del comune allenamento.

Centro di Aggregazione di Gorizia
Centro di Aggregazione di Gorizia

Così, l’appartenenza ad un gruppo particolarmente mirato (sintesi di quasi quaranta visioni effettuate nei mega raduni) si integra nella stessa passione sportiva, stimola il piacere dell’apprendimento e fa passare in secondo piano la faticosa ritualità di alcuni fondamentali esercizi motori, nonché la durata degli esercizi polivalenti, volti ad implementare le capacità fisiche. La palpabile motivazione dei giovanissimi allievi acuisce l’interesse per le varianti tattiche che vengono esemplificate e la memorizzazione delle costruzioni di gioco e delle metodologie esecutive marcia di pari passo con l’intensità del lavoro che i tecnici propongono con attento distinguo sul potenziale di rendimento e sulle realtà coordinative di ognuno.

Al centro di Moruzzo sono sistematicamente presenti Alessio Tramontin ed Enrico Wood del Tc Roveredo, mentre il rosa è personificato da Camilla Iussa (Tc Nova Palma) e Manuela Turolo (Tc Cividale). Nel polo goriziano, tra un nucleo fisso ed un gruppo a rotazione, si possono vedere in azione i piccoli atleti della provincia di Udine, introdotti da Simoni Beatrice del Tc Gemona, Tommaso Borrelli del Tennis Città di Udine e dal duo del Tc Nova Palma, incarnato da Simone Godeas e Caterina Vidal.

La terra isontina propone Vivian Fait, Matteo Corolli e De Savorgnani Alessandro, tre pulcini del circolo di casa, mentre la provincia di Pordenone contribuisce all’aggregazione con Ema Perea del Linus Porcia, Massimo Fanna del Tc Roveredo e David Turrin dell’Eurotennis Club. Chiudono l’attuale cerchio regionale, ma vale la selezione dinamica dei partecipanti, le future speranze giuliane rappresentate da Ruben Ballerini del Tennis Team, Tancredi Di Pretoro del Ct Grignano e dalle gonnelle del Tc Triestino Camilla Franzin e Francesca Vogrig. (Fausto Serafini)

Preparazione atletica al Centro di Gorizia
Preparazione atletica al Centro di Gorizia