Gloria Hooper protagonista al “Città di Palmanova”

Gloria Hooper
Gloria Hooper

Si è svolto allo stadio “Dino Bruserschi” di Palmanova l’undicesimo Meeting Nazionale “Città di Palmanova” riservato alle categorie Assolute, organizzato dalla Libertas Friul Palmanova. Il “Città Di Palmanova” ha avuto come di consueto partecipanti da tutta Italia, e da Slovenia e Croazia.

Proprio da un’atleta di calibro nazionale arrivano i risultati più evidenti di questo meeting: la velocista del Gruppo Sportivo Forestale Gloria Hooper, che porta a casa due standard di partecipazione per i Campionati Europei Under23 di Tampere (Finlandia). Nel mezzo giro di pista la forestale sigla un 23”65 (+0.2), mentre nella distanza corta ferma il cronometro a 11”57 (+0,2), a un centesimo dal personale risalente allo scorso anno. Per la cronaca nei 100m femminili si piazzano al secondo posto la slovena Sitar Alja con il crono di 11”73 e terza la portacolori della Valsugana Trentino Coly Fatoumata con 11”98.Nei 200 m sempre dietro alla forestale Hooper la slovena Sitar con 24”20 e terza Vitale Ilaria della Libertas Friul Palmanova, allenata da Paolo Bonetti, con il crono di 24”95.

Nella pedana del disco il lancio più lungo è del carabiniere Hannes Kirchler (60,9 m ) che ha la meglio su Giovanni Faloci (Fiamme Gialle, 58,99 m). Alle loro spalle arrivano i due udinesi Fabio Cuberli (Atletica Udinese Malignani 55,44 m) e quarto Stefano Petrei (Atletica Udinese Malignani) che con 53,64 m incassa però lo standard fissato dalla FIDAL per gli Europei Under 23. Al femminile è vincitrice l’atleta della società di casa, la Libertas Friuli Palmanova, Elisa Boaro con 48,95 m, davanti alla slovena Domian (46,64 m) e alla portacolori del CUS Trieste Bartolich (42,47 m).

Gli 800 metri se li aggiudica Erica Franzolini (Atletica Brugnera Friulintagli) con il crono di 2’07”21 davanti all’allieva Eleonora Vandi (Atl. Avis Macerata) che con 2’09”88 agguanta lo standard di partecipazione alla rassegna mondiale Under 18 di Donetsk (Ucraina), terza la friulana dell’Atletica Brugnera Friulintagli Joyce Mattagliano con 2’11”38. Nel campo maschile si impone il bolzanino Wagne Abdulaye dell’Athletic Club 96 con 1’52”47 davanti a Federico Candido (Atletica Brugnera Friulintagli) con il suo nuovo personale di 1’53”48 e l’ottimo allievo della Libertas Sanvitese Iperottica Luca Paludetto (1’56”33).

Obiettivo per la partecipazione ai mondiali Under 18 di Donetsk (Ucraina), raggiunto anche dall’allievo Francesco Tarussio (Atl. Vicentina) che nei 100 m scatta in 11”09 (+0.3). La gara è stata vinta da Lorenzo Angelini (Atl. Avis Macerata) con 10”84; secondo per un solo centesimo il portacolori dell’Atl Vicentina Pino Alessandro; terzo lo sloveno Blaz Brulc (AK Novo Mesto) con 11”03.

Nel mezzo giro di pista invece si rivede in azione anche il finalista di Helsinki, Diego Marani (Fiamme Gialle) che ferma il cronometro a 21”13 (+0.29), secondo Lorenzo Angelini (Atl. Avis Macerata) con 21”64 e terzo Diego Zoudar (Atl. Biotekna Marcon) con 21”75.

Nelle pedane del lungo da segnalare un buon 7,42 m di Michele Boni (Aeronautica), davanti allo sloveno Rok Viler (Ak Nova Aurora Koper) con 7,26 m; terzo con 7,06 m il vicentino Umberto Posenato. Nella gara femminile invece si impone, in assenza della campionessa di casa Tania Vicenzino (Esercito), la croata Gagic con 6,09 m davanti alla slovena Volaric con 5,99 m e terza friulana Francesca Paiero (Atletica Brugnera Friulintagli) con 5,90 m.

Nel salto in alto maschile si impone con una discreta misura di 2,18 m Marco Gelati della Pro Sesto Atl. davanti ai gemelli Ciotti, Nicola (Fiamme Azzurre) con 2,15 m e Giulio (Carabinieri) con 2,09 m.