Grande successo per la prima giornata delle Libertiadi

Libertiadi 2016Grande successo di adesioni, con le iscrizioni degli atleti che hanno superato la prevista quota 2.000, e di pubblico, in uno splendido clima estivo, per la prima giornata della quarta edizione del millennio delle Libertiadi a Gemona del Friuli.

Sin dalla prima mattina, sulle piste, i campi e negli impianti agonistici della città dello sport per eccellenza del Friuli, sono scesi gli atleti delle 60 società Libertas di tutta la regione iscritte a questa manifestazione che, nei quattro anni della sua riproposizione in grande stile voluta dal Presidente dell’Ente di promozione sportiva Bernardino Ceccarelli, ha portato a cimentarsi ben seimila giovani praticanti di più di venti specialità sportive. Nella prima giornata delle Libertiadi, in dettaglio, hanno gareggiato 150 Esordienti di atletica leggera, una cinquantina di giovanissimi ciclisti, quasi un centinaio di ragazzi delle specialità di arti marziali e più di 150 del karate; cui si somma un altro centinaio di bambini e bambine del pattinaggio, mentre sono iniziate anche le gare della pallavolo, con le prime squadre in lizza per il campionato provinciale Libertas Under 13 femminile.

Grande ed entusiastica partecipazione anche alla manifestazione collaterale denominata “Pompieropoli” in cui circa duecento allievi dell’Istituto Comprensivo di Gemona hanno sperimentato il lavoro dei Vigili del Fuoco, seguiti dagli stessi operatori dell’Associazione di categoria. I valori di cui è portatore lo sport e l’impegno della Libertas regionale per diffonderlo tra i giovani che altrimenti non praticherebbero alcuna attività, sono sono stati evidenziati dallo stesso Presidente regionale dell’Ente, Ceccarelli, il quale ha ringraziato il Sindaco di Gemona Paolo Urbani ed ha ricordato la vicinanza della sua organizzazione che ha scelto questa collocazione per l’edizione 2016 della manifestazione proprio in memoria del quarantennale del sisma e dell’omaggio reso allora dal Presidente nazionale Giovanni Montella alle vittime.

Il Sindaco Urbani, presente con una rappresentanza della Giunta, ha ringraziato, ribadendo la disponibilità di Gemona a offrire tutto il supporto e le strutture a quanti l’aiutarono a risorgere. Per la Libertas erano presenti i Presidenti delle quattro province della regione e delle Società in gara, il coordinatore della Libertas Servizi Lorenzo Cella; sono tra altri intervenuti l’Assessore provinciale allo sport Beppino Govetto ed il Presidente della Fidal provinciale Adriano Di Giusto. Altri ringraziamenti sono stati rivolti da Ceccarelli al coordinatore di questa edizione dello Libertiadi, Luigi Cataldi e alla Libertas Majano per il supporto logistico negli impianti. La manifestazione proseguirà oggi, sempre con ingresso libero,  ancora con centinaia di atleti impegnati in altre gare di volley, rugby, basket, pattinaggio, atletica, arti marziali e nordic walking, per concludersi in serata.