Hockey inline – Trieste corsara ad Asiago

Vola tra le stelle l’Edera Trieste capace di stupire anche sulla pista degli Asiago Vipers, falcidiati dalle assenze (ben 8!).
La formazione di coach Rigoni è la terza forza del campionato e in settimana avrà la delicata sfida di recupero contro Ferrara, a maggior ragione non si poteva permettere passi falsi.
Dall’altra il Trieste di coach Florean ci ha abituato a colpi di scena e risultati sorprendenti. La pista di Via Cinque è la tana delle vipere che conoscono bene i suoi pregi ed i suoi difetti, ma stavolta le dimensioni possono facilitare anche gli ospiti che si presentano con una panchina ristretta. L’incontro ha inizio: Berthod riceve da Munari e in 16” mette a segno un gol al limite del Guinness dei primati. Asiago che parte con il piede giusto e tutto potrebbe far pensare ad una gara in scioltezza, ma i giuliani gli tengono testa e, grazie alle parate del sempre più decisivo Fink, mantengono viva la gara fino al quattordicesimo minuto quando riescono a trovare il pareggio con Sindici. Match che si ravviva ad ogni giro di orologio, sale la tensione e l’Edera trova con Sodrznik l’assist giusto, dopo quello avvenuto già in occasione della prima rete, per il raddoppio di Delpiano. Manca pochissimo al riposo e per Asiago è una doccia fredda. La pausa regala più tranquillità alla squadra ospite che esce dalla pista con il morale alle stelle, ma i padroni di casa devono trovare la forza di reagire. Dopo essere tornati in gioco, esattamente a 3”35” della ripresa è Lievore a riportare in carreggiata i suoi, ma qualcosa non gira e una manciata di secondi bastano a Sodrznik, per raccogliere “di petto” un disco a mezza altezza e insaccare il classico “gollonzo” di parastinco che porta per la seconda volta in vantaggio l’Edera. Chi è presente non crede ai suoi occhi e molto probabilmente neppure i ragazzi dell’altopiano i quali non riescono a sfruttare i due power play che potrebbero dare loro lo slancio giusto, ma difronte a loro trovano anche un Mark Fink in versione “extra-large”. L’occasione invece, quando ormai manca poco più di un minuto dal termine, la coglie Cocozza che in superiorità mette Sodrznik in condizione di segnare la doppietta personale. A mettere in sicuro il risultato, quando l’Asiago tenta il tutto per tutto togliendo il proprio portiere, ci pensa Sindici (doppietta) per il definitivo 2-5. Al termine della gara il capitano ederino Axel Cocozza a stento contiene l’emozione e dichiara quanto segue: << Un match entusiasmante e una vittoria voluta e meritata. Complimenti ai ragazzi di Asiago che non si sono risparmiati, ma il nostro Fink è stato l’attaccante in più, la sua attenzione ed il suo talento ci stanno dando sicurezza. Avanti così con pazienza ed umiltà >>. Un momento difficile per Asiago, costretto a fare fronte ad alcune assenze importanti come ammette Thomas Berthod<< Poche parole, sapevamo fosse difficile per le tantissime assenze in squadra. Onore al portiere, che sicuramente galvanizzato dalle tante parate, ha salvato la sua squadra in tutte le ultime occasioni. Questi sono punti che non dovevamo perdere e a Ferrara non possiamo permetterci di sbagliare così tanto. Speriamo di recuperare qualcuno degli infortunati >>.