Iniziato il fine settimana del Rally di Maniago

Rally di Maniago 2015La truppa di Knife Racing risponde compatta alle chiamate del presidente, Stefano Lovisa, e dei suoi principali collaboratori. Il Rally di Maniago è un punto d’onore per la città dei coltelli, crocevia dell’arte del traverso dal primo Giro delle Valli Pordenonesi datato 1970, ma che dall’anno scorso può vantare un prodotto doc come le lame conosciute in tutto il mondo.

Condividere questo orgoglio con Frisanco e Meduno rappresenta l’identità a quattro ruote della pedemontana, tanto più considerando il filo del percorso che unisce i comuni di Fanna, Cavasso Nuovo, Tramonti di Sotto, Andreis e Montereale Valcellina.

ISCRITTI. Sono 61 i concorrenti che hanno presentato il fatidico tagliando. Non solo friulani, veneti e trentini, ma anche il valtellinese Marco Gianesini e il genovese Andrea Tomaino. Tra le curiosità annunciate la Mini Cooper con cui si presenta Mauro Vagaggini e l’immortale Seat Ibiza del veterano Antonino Paterniti.

PROGRAMMA. Oggi le ricognizioni autorizzate sul percorso dalle 9 alle 13; verifiche sportive (Eurohotel) dalle 15 alle 19; verifiche tecniche (piazza Italia) dalle 15:30 alle 19:30. E la novità dello shake-down (località Valpiccola), test con vetture da gara dalle 18 alle 20:30. Domenica partenza da piazza Italia alle 8 e arrivo alle 17:15 con premiazioni sul palco. In mezzo le prove speciali: ps 1/3/5 “Meduno” (5,20 km, start ore 8:29, 12:02, 15:36); ps 2/4/6 “Poffabro” (7,00 km, start 9:13, 12:46, 16:20).

FAVORITI. Inutile girarci intorno, il pilota da battere è Marco Zannier (Renault Clio Williams). Conosce ogni centimetro del tracciato e tiene giù il piede senza remore. Proveranno a scalzarlo dal trono Dimitri Tomasso (Clio S1600), Alberto Ferragotto (Peugeot 206 S1600), Filippo Bravi (Clio R3C).