Kisorio e Doria vincono la 16^ Corri Trieste

Seicento persone, hanno affollato il fronte mare di piazza Unità per la 16ª Corri Trieste, classica competizione organizzata dalla Promorun di Michele Gamba nel centro del capoluogo giuliano. Quest’anno grande protagonista la family, visto anche lo scopo benefico e l’appoggio di BNL per Telethon, presente con alcuni manager per la nostra area geografica quali Gavino Rubattu, Gianluca Medugno e Salvatore Impastato. Quest’ultimo, responsabile qualità e operatività per il Triveneto ha voluto sottolineare: «In Friuli Venezia Giulia siamo già presenti con la 24×1 ora di Udine che si tiene in dicembre, ma la solidarietà si fa tutto l’anno e non a caso Bnl per Telethon ha sostenuto la 16ª Corri Trieste, prima manifestazione spotiva appoggiata in questa città».

Venendo alla gara competitiva, il trio dei top runner di giornata è andato subito in fuga. L’italo-marocchino Yassine Rachik, campione nazionale in carica di mezza maratona e 10 km su strada, proprio la distanza della Corri Trieste, aveva ancora nelle gambe la maratona di Milano della domenica precedente, pertanto poco ha potuto contro il keniano Kimeli Kisorio, che ha vinto in 29’27”; ottimo tempo pure per Rachik, giunto a soli 7” di distanza. Jean Baptiste Simukeka, più avvezzo alla corsa in montagna o comunque alle lunghe distanze, ha sofferto una gara per lui veloce nonché contrassegnata dal vento sostenuto; il ruandese ha conquistato il terzo posto in 32’11”.

Primo atleta regionale Omar Zampis da Povoletto (34’01”), in forza all’Assindustria Padova, mentre alle sue spalle è arrivato il triestino della Sportiamo Matteo Vecchiet (34’35”). Tra le donne ha trionfato la veneta Jessica Doria, che ha approfittato di questa gara per godersi un weekend di vacanza con la propria famiglia; in testa fin dall’inizio, ha fatto registrare il tempo di 39’28”. Seconda in 40’35” Giulia Tardivello del Cus Udine, ex danzatrice classica che si è data alla corsa solo da due anni, però con ottimi risultati. A completare il podio, in 40’56”, Margherita Spadaro che oggi veste la maglia dell’Aquarium Club ma in passato è stata una velocista della Polisportiva Triveneto. Proprio i ragazzi della società di Alessandro Coppola si sono presentati in massa, circa 35 partecipanti, alla family. Ottimi sono i rapporti infatti con la Promorun, con la quale non a casa collaboreranno in occasione del Triveneto Meeting del 14 luglio, primo appuntamento internazionale su pista che verrà portato a Trieste, nello stadio Grezar.