La Libertas Porcia propone Filo Blu: gli allenamenti all’aperto a Porcia e Polcenigo

Di fronte ai problemi, c’è chi cerca il colpevole, e chi come la Libertas Porcia si propone come laboratorio di nuove soluzioni e di ottimismo in risposta alla situazione di difficoltà per proseguire l’attività sportiva ed affrontare al meglio la situazione di emergenza sanitaria in cui versa tutto il Paese.

Il progetto, che prevede inevitabilmente un modo diverso di fare attività motoria, si chiama Filo Blu ed è attivo a Porcia e Polcenigo. Blu è il colore della Libertas, il filo invece vuole rappresentare la tenacia dell’associazione, che intende sottolineare il legame e la continuità con quanto iniziato a settembre con l’apertura della stagione sportiva.

Il sodalizio ritiene sia fondamentale continuare ad offrire agli atleti

 la possibilità di proseguire con l’attività motoria, seppure in un momento difficile come questo. Si rispettano dunque tutte le norme anti-Covid, con allenamenti individuali all’aperto, in un contesto ancora socializzante. Si tratta di esercizi non più specialistici, divisi per disciplina, ma propedeutici alla pratica dei diversi sport e tesi mantenimento delle competenze acquisite.

Sono quindi stati presi accordi con i gestori dell’impianto sportivo in località Cjasaril a Polcenigo e con il Comitato Festeggiamenti Parrocchiali di Palse per utilizzare le strutture, in tutta sicurezza. Intende inviare un messaggio importante: anche l’emergenza è una occasione per inventare e re-inventarsi. È un progetto di resilienza.

«La tecnica sportiva specialistica ne risentirà probabilmente, ma impareremo cose nuove e con noi i nostri tesserati e le loro famiglie – afferma la presidentessa Mara Introvigne, che chiosa: – Le difficoltà sono occasioni di creatività, di resistenza, di ricerca».