La Master Cup chiude sotto un’intensa nevicata

unnamed(1)E’ stata una domenica sotto la neve a decretare il successo organizzativo dello Sci Club Sacile.

A Piancavallo si sono concluse le gare della FIS Master Cup di sci alpino “over 30” con lo svolgimento dello slalom e dello slalom gigante sui tracciati Sauc e Busa Grande, su cui é caduta per tutto il giorno una copiosa nevicata. Nonostante ciò, grazie all’ottimo lavoro fatto in pista dallo staff tecnico della Promotur e del Comitato organizzatore, oltre 300 partecipanti si sono presentati alla partenza, cercando la vittoria ed un buon piazzamento utile per acquisire punti importanti in previsione dei prossimi mondiali che si terranno in Toscana sull’Abetone. A tal proposito la località dell’avianese, che ha ospitato l’unica tappa italiana della coppa del mondo 2015 (considerando l’annullamento di quella programmata a Sestriere nel mese di dicembre 2014), é stata nuovamente riconosciuta quale una delle capitali mondiali dello sci Master, come affermato dai dirigenti della FIS e dall’intero movimento. Non a caso a Piancavallo si sono organizzate ben 3 edizioni dei mondiali Criterium (1981, 1983 e 2009) ed é probabile che, nei prossimi anni, si ritorni nuovamente in questa località per una storica quarta volta.

Il sodalizio sacilese, soddisfatto dell’andamento dell’intero weekend, come ribadito dal Presidente Carlo Camilotti, può contare sull’esperienza, passione, serietà, competenza e disponibilità del gruppo storico dello sci club e dei 100 volontari che rappresentano la forza fondamentale per la riuscita di un evento internazionale sportivo come questo.

Anche in questa circostanza si é fatto sistema, coinvolgendo le massime amministrazioni ed istituzioni pubbliche regionali, provinciali e locali, la Promotur ed un pool di sponsors e partners nonché gli immancabili e preziosi Alpini entusiasti e collaborativi.

Dal punto di vista agonistico a Piancavallo si sono visti 350 atleti provenienti da 19 nazioni, tra cui il Cile e gli Stati Uniti e, per la prima volta, l’Estonia.

Il medagliere finale ha visto il predominio degli austriaci che hanno vinto anche il Trofeo Città di Sacile con Herb Rainer (classe A), Hermann Nussbaumer (classe B) e Anita Gstrein (categoria C).

Ottimo weekend anche per l’italia che proprio nell’ultima giornata (dopo i 6 ori di ieri) ha conquistato 7 medaglie d’oro di cui una regionale grazie ad Andrea Zanei (vittorioso anche ieri nella A1). Sul podio, in rappresentanza del Friuli Venezia Giulia, anche Sandra Collinassi. Ellen Casali, Lisa De Pelligrin e Bruno Pachner, oro nella B10, come atleta dello Sci Club Sappada (facente parte del comitato regionale FISI FVG).

Alle premiazioni e saluti finali sono intervenuti l’Assessore provinciale Elisa Coassin, Claudio Salvador, Assessore allo sport del Comune di Sacile ed il Comandante della Compagnia Carabinieri di Sacile Pierluigi Grosseto ed Enzo Sima, in rappresentanza della FISI.