La Rugby Union Udine ora è testimonial ADMO

C’è anche la Rugby Udine Union Fvg tra i testimonial sportivi dell’Associazione Donatori di Midollo Osseo del Friuli Venezia Giulia. Il “gemellaggio” tra il club bianconero e Admo è stato formalizzato domenica scorsa, 17 dicembre, allo stadio “Otello Gerli” di Udine, in occasione della partita di serie A tra i padroni di casa e la Tarvisium Treviso. Ma i rugbysti udinesi non faranno solo testimonial, indossando le casacche dell’Admo in occasione del riscaldamento pre partita e in altri eventi istituzionali. A breve nelle strutture della Rugby Udine sarà organizzata una conferenza informativa alla ricerca di nuovi potenziali donatori ed è già scontato che molti rugbysti aderiranno a questa importante causa di solidarietà. (Nella foto: la vice presidente di Admo Fvg, Paola Rugo, con il capitano, Enrico Macor)

Fino a qualche tempo fa l’opera di proselitismo di Admo alla ricerca di nuovi potenziali donatori si risolveva nelle sale prelievi o comunque all’interno delle strutture ospedaliere. Oggi la nuova filosofia dell’Associazione Donatori Midollo Osseo è di andare tra la gente, nelle piazze, nelle scuole, nei palazzetti e nei campi sportivi. “Vogliamo incentivare il più possibile le manifestazione outdoor – spiega Paola Rugo, vice presidente di Admo Fvg – dove peraltro è possibile raccogliere nuove adesioni di donatori attraverso il tampone salivare, al posto del classico prelievo di sangue, sempre ovviamente raccolto da personale medico, supportato dai volontari Admo (sono una cinquantina in Friuli Venezia Giulia).

Come in piazzetta Calderari a Pordenone lo scorso 2 dicembre quando, nel corso della manifestazione “Match for All”, i volontari del Friuli Occidentale hanno trovato 87 nuovi potenziali donatori. Non solo, il Gruppo Scuola di Pordenone, che si compone oltre che dei volontari Admo anche di quelli di Avis, Admo, Ado e Aido, ha effettuato una conferenza informativa lo scorso 16 dicembre tra gli studenti dell’istituto“Don Bosco”. Lo stesso avverrà il 20 gennaio al liceo classico “Leopardi-Majorana” e allo scientifico “Grigoletti”. A Udine Admo Fvg ha in programma una conferenza all’istituto “Deganutti” il 13 gennaio e al “Malignani” il 2 febbraio. “Di solito – spiega Rugo – prima svolgiamo una conferenza nella quale mettiamo a conoscenza la platea di cosa significhi fare il donatore per Admo. Successivamente ritorniamo per raccogliere i tamponi salivari”.

I potenziali donatori in Friuli Venezia Giulia sono circa 10.600, in Italia 391.000. Chi accetta di diventare “potenziale donatore” viene inserito in una enorme banca dati mondiale e si rende disponibile al trapianto, che però non è mai obbligatorio e, nel caso, avviene sempre in forma anonima. Donatore e beneficiario non devono infatti potersi conoscere.

 Dicembre è stato anche il mese della Campagna nazionale per la raccolta fondi, che avviene attraverso l’offerta dei panettoni, una delle principali forme di sostentamento per l’associazione. Nel 2016 furono oltre 5000. Quest’anno la distribuzione si è tenuta a Bertiolo, Codroipo, Pordenone, Spilimbergo, Cimolais, Vajont, Erto e Casso, Ovaro, Arba, ma anche nel Goriziano e a Trieste.