Le bocce in regione tra numeri, talenti e realtà

Samuel Zanier

In regione lo sport bocce viene praticato da circa 2300 tesserati spalmati su 64 società a loro volta diffuse su tutto il territorio. La specialità giocata è quella del “Volo” con qualche focolaio di “Petanque” e l’attività viene svolta su 39 bocciodromi pubblici e altri 21 impianti all’aperto. Degno di nota è il Palabocce di Cussignacco (Udine) – classificato di categoria A – e l’impianto di Spilimbergo classificato quale centro di avviamento delle bocce.

Le bocce vengono praticate dai 6 anni fino ai 90, senza distinzione di sesso e di qualsiasi disabilità, con la possibilità di partecipare a campionati a squadre, a tornei domenicali o semplicemente in forma amatoriale. Particolare importanza viene data ai giovani, attuando il progetto federale “Bocciando si impara” rivolto alle scuole di ogni grado e supportato dalle società bocciofile, al fine di far conoscere questo sport e rinfoltire il vivaio giovanile (nell’a.s. 2017-2018 le bocce sono entrate in 27 scuole facendosi toccare da più di 3000 studenti).

Di talenti in regione c’è ne sono e non pochi. Un fuoriclasse di 18 anni emergente è l’aquileiese Samuel Zanier che nel 2018 si è fregiato di un argento agli europei (nel tiro di precisione) e un bronzo mondiale (nel combinato). Il 22enne Stefano Benedetti di Flaibano medaglia d’argento agli italiani. Ma dove il Fvg eccelle è in campo femminile con la miglior giocatrice mondiale, maglia iridata 2018 nella prova individuale e stiamo parlando della venticinquenne di Buttrio, Caterina Venturini. Oltre a lei anche la sorella Virginia specialista nel tiro progressivo e la Barbara Zurini, con un oro europeo nella prova di combinato. Inoltre, le ragazze della società Buttrio, sono le campionesse italiane in carica nel campionato di serie A oltre al terzo posto in Euro League. Ci sono le medaglie italiane under 18 di Croce e Toffoletti e l’oro individuale dell’ottantenne di Buja, Giannina Saro.

In regione lo scorso anno sono stati organizzati diversi eventi tra i quali: finale di Euro League maschile a Ronchi dei Legionari, quadrangolare internazionale under 18 a Muggia, campionati italiani vari, tornei nazionali ed internazionali, oltre a 80 manifestazioni minori.

Attualmente ci sono 4 squadre in serie A2 maschile, 1 in serie A femminile, 10 in Promozione A, 11 in 1° categoria.

Il consiglio regionale, presieduto da Carlo Mattiussi, punta alla massima diffusione di questo sport cercando di coinvolgere ed appassionare tutte le fasce d’età, sia da un punto di vista atletico che sociale, sfatando il mito che sia uno sport solo per anziani. (Giuliano Banelli)