Marcia – Brigante: “Nel 2022 voglio confermarmi a livello internazionale”

Mettersi alle spalle un anno personalmente magico, raccogliere le esperienze vissute e trasportarle in questa nuova annata, 2022, dove le occasioni per mettersi in mostra anche a livello internazionale non mancheranno. Il diciottenne marciatore ronchese della Trieste Atletica, allievo di Sergio Tonut, Emiliano Brigante, specialista gialloblu del “tacco e punta”, nel 2021 ha dominato la scena nazionale e vestito sia agli Europei che ai Mondiali Under 20 la maglia azzurra: “Ho vissuto un anno bellissimo tra le gare con la nazionale, i record regionali assoluti sui 5km e 10km e i titoli italiani. Dalle due rassegne internazionali ho sicuramente visto da vicino come marcia il mondo, esperienze che si riveleranno preziose nei prossimi appuntamenti di cartello in cui vorrò essere protagonista”.

Il momento che Emiliano ricorda con maggior gioia sono sicuramente i Mondiali africani: “Andare in Kenja è stata un’esperienza unica, sia sportiva che umana. Lì ho potuto anche constatare come il lavoro tecnico stia procedendo al meglio, si sono già visti i primi miglioramenti e qui oltre a Sergio (Tonut) voglio ringraziare i responsabili federali della marcia che mi stanno supportando nel mio percorso”.

Lo studente, che frequenta il quinto anno al Liceo Scientifico Sportivo “Buonarroti” di Monfalcone in questi giorni avrebbe dovuto prendere parte al raduno nazionale curato dalla Fidal ma l’appuntamento è stato cancellato a causa del peggioramento della situazione pandemica: “Peccato che non mi sia potuto confrontare con gli altri ragazzi di interesse nazionale, tuttavia ho continuato e sto proseguendo la mia preparazione invernale principalmente sulle strade di Ronchi in vista dei primi appuntamenti agonistici del 2022. Esordirò il 16 gennaio ad una 10km su strada, saltando poi la stagione indoor, per arrivare preparatissimo alla stagione estiva dove gli obiettivi sono tre e colorati d’azzurro: Coppa del Mondo Giovanile in Oman, Mondiali Under 20 a Calì e un altro incontro internazionale”.