Mondiali di Lipsia: Rizzi e Navarria fuori per una stoccata

Mara Navarria e Giulia Rizzi, le due spadiste friulane della nazionale azzurra, abbandonano con molti rimpianti il sogno di una medaglia individuale ai Mondiali di Lipsia. Giovedì entrambe avevano concluso la fase eliminatoria con 4 vittorie e una sconfitta in girone e, vincendo i rispettivi assalti di qualificazione con il punteggio di 15-6, avevano conquistato il tabellone dei 64, quello da cui oggi si partiva per assegnare il titolo olimpico.

Purtroppo ieri anche nella cattiva sorte le due atlete regionali hanno compiuto un percorso analogo. Giulia Rizzi, nel primo match di giornata, è stata sconfitta al minuto supplementare dalla coreana Song con il punteggio di 10-9, mentre Mara Navarria, dopo aver disposto dell’ottima estone Kirpu nel primo incontro, nel tabellone delle 32 è stata sconfitta, sempre al minuto supplementare, dalla francese Rembi 7-6.

Giulia ha pagato la tensione e forse il rispetto eccessivo mostrato nei confronti di un’atleta che, seppur valida, le era tecnicamente inferiore. ““Ero molto nervosa e la scherma della Song non mi è congeniale – ha spiegato al termine dell’incontro – il rammarico è di non avere fatto la mia scherma, avrei potuto e dovuto fare molto di più”. Mara ha condotto brillantemente il match con un’avversaria che occupa la 13a posizione del ranking mondiale; un po’ di sfortuna e anche l’abilità dell’avversaria nei momenti chiave hanno interrotto la corsa mondiale della carlinese a 1 secondo dal termine dell’incontro.  “Sono contenta – ha raccontato – di come ho tirato oggi e di come ho preparato il mondiale, al termine di una stagione difficile, di cambiamenti tecnici e di vita con il trasferimento a Rapallo da Roma e il lavoro con il M° Roberto Cirillo dopo la scomparsa di Oleg Pouzanov. Peccato per l’ultima stoccata, ma ora l’obiettivo va subito alla gara a squadra di mercoledì”.

I mondiali per le due spadiste non sono terminati con la gara di ieri, infatti, perché entrambe saranno impegnate nella prova a squadre mercoledì. Assieme a loro saliranno in pedana Alberta Santuccio e Rossella Fiamingo. Nella gara individuale le due atlete siciliane si sono scontrate nel tabellone delle 32, ha prevalso Rossella che, negli ottavi ha ceduto alla priorità alla polacca Nelip.