Motoclub Trieste in gara agli U23/Senior di Trevozzo

Domenica 9 giugno è stato il paese di Trevozzo, nel piacentino, ad accogliere e coccolare i giovani piloti enduro per il 4° round del loro campionato italiano Under 23/Senior 2019: forse esagerato il “coccolare”, ma sentendo le parole del sindaco al briefing serale della vigilia con i conduttori e quelle nei locali e rivendite del piccolo centro, certamente ci stà.

Porte aperte cosi ai riders e voglia di riscatto da parte di tutto il circus, nessuno escluso, per lasciarsi alle spalle le problematiche e le proteste verificatesi nel precedente appuntamento di campionato ai primi di maggio a Castelraimondo.

L’esperto Moto Club Bobbio è riuscito nell’intento presentando una gara bella, lunga (55 km per 3 passaggi), con un cross test di 3500 mt in località Stadera su campo di grano (ovviamente già raccolto) molto guidato e selettivo, con un enduro test di 6000 mt in località casa Follini in sottobosco e sassi ed un extreme test di 1500 mt non molto lontano dal paddock composto da saliscendi di ghiaia e sassi di riporto. Onore pure ai Moto Club RS77 e Ponte dell’Olio che hanno aiutato il “Bobbio”.

Unica nota, ma inevitabile, la sospensione e relativa cancellazione del secondo passaggio cronometrato della “linea” a causa della caduta in piena azione di un concorrente con successivo arrivo dei soccorsi e trasporto all’ospedale per accertamenti.

Ancora variabile il meteo nonostante la stagione con poco sole ed acquazzone a metà mattina che ha reso alcuni tratti temporaneamente molto scivolosi.

Presenti, come in tutte le prove, i piloti del Moto Club Trieste junior/senior Pietro Collovigh, Andrea Corrado e Carlo Ziber.

Buona gara per Pietro che porta la sua Sherco 300 4T al 6° posto della classe junior 450 a soli 34” dal 5° posto: bella la battaglia sempre sul filo dei secondi intrapresa con il suo antagonista che gli permette comunque di sedere sul 4° gradino di campionato con ancora una prova da effettuare.

Bene, in miglioramento, Carlo (Suzuki 250 4T) conclude 16° in classe senior 250 4T ad un passo dalla top 15, ma i risultati parziali in alcune prove speciali ci rendono ottimisti per il prosieguo della stagione.

Pure un 16° posto anche per Andrea in classe senior 300 che lo vede già dalla partenza con problemi alla frizione della sua TM 300 2T: volontà e determinazione non gli mancano, magari un po’ di fortuna si…avanti così!

Ora il campionato italiano dei giovani e futuri campioni di enduro, si ferma e ricomincerà con l’ultima prova del 2019 il 22 settembre a Costa Volpino per mano dell’omonimo Moto Club della provincia di Bergamo.