Motori – Carlos Checa all’Italian Baja di marzo

Serviva un nome di richiamo? Eccolo servito: Carlos Checa sarà in gara all’Italian Baja 2020 International, prima tappa del Campionato Italiano Cross Country 2021, che andrà in scena tra venerdì 19 e sabato 20 marzo in un tracciato ricco di sorprese e segretissimo fino alla vigilia. Gli appassionati delle due ruote ricordano lo spagnolo protagonista di sfide assatanate con Valentino Rossi & company nella Moto Gp, ma la sua consacrazione è arrivata nella Super Bike con il titolo mondiale 2011 in sella a una Ducati, marchio di cui è tuttora testimonial e collaudatore.

L’avvicinamento al cross country è datato 2015, quando Edo Mossi (referente della Dakar per l’Italia) gli ha instillato l’idea di provare i “side by side” con primo esperimento sulle dune del Marocco e primo podio al Panafrica Rally 2017 su Polaris RZR 1000 turbo assieme a Stefano Pelloni. Nasce un’amicizia e un contatto fecondo con la scuderia RT73 del navigatore modenese e del pilota trevigiano Elvis Borsoi, campione italiano in quello stesso anno. Siamo ai giorni nostri, un test sui greti a San Martino al Tagliamento e Checa che prende confidenza alla guida di un Can-Am Maverick X3 preparato dai meccanici di Collodel 4×4. Al suo fianco Paolo Ceci, altro modenese con dna racing e curriculum eccelso in modalità moto rally (14 scudetti, tanto per gradire).

L’inedito equipaggio si prepara all’Italian Baja di marzo con vista lunga sulla prova mondiale a settembre e la Dakar del prossimo anno. “La mia testa non mi dice di no, vado al massimo senza paura!” ha tuonato Carlos appena spento il motore a San Martino. In effetti è stato artefice di un tonneau in piena velocità senza conseguenze fisiche, a dimostrazione della tenuta del mezzo. Chiaro che bisognerà perfezionare il feeling e capire il comportamento su terreni di diversa natura. Intanto il guanto di sfida è lanciato agli specialisti di casa nostra, Amerigo Ventura, Alessandro Tinaburri, Alessandro Bertuzzi e forse anche il suo nuovo mentore Borsoi.