Motori – La vetrina di Sky per la Verzegnis-Sella Chianzutan

Nalon Marietto (Lola Zytek #4) Foto Aci Sport

La 51esima edizione della Verzegnis-Sella Chianzutan approda su Sky. La storica cronoscalata del Friuli Venezia Giulia, organizzata dalla Asd E4Run, sarà trasmessa da Aci Sport, il cui canale è visibile sul 228 del pacchetto sport della pay-tv. Gli appassionati potranno assistere in diretta all’ultimo chilometro e mezzo di gara-2, in programma nel pomeriggio di domenica 30 maggio (la prima manche prenderà il via alle 9, la successiva una volta che è scesa dalla Sella l’ultima vettura). Una vetrina veramente importante per la corsa, che con le prove di sabato 29 torna dopo un anno di assenza a causa della pandemia: vi saranno impegnati i protagonisti del Campionato Italiano Velocità Montagna (CIVM, terzo round), del Trofeo Italiano Velocità Montagna (TIVM, zona nord) e del campionato del Friuli Venezia Giulia.

Quest’ultimo, giunto alla sua 39esima edizione e sostenuto dal nuovo fiduciario regionale di Aci Sport, la navigatrice pluri-campionessa italiana Anna Andreussi, è partito lo scorso marzo con la prima prova di kart. La serie, di cui la Verzegnis-Sella Chianzutan ne fa parte, rappresenta una grande opportunità per chi è in possesso della licenza Aci Sport di conduttore. Sono previste 12 classifiche e i punteggi conseguiti nelle gare che si tengono in regione hanno un coefficiente maggiorato (1,5). Particolare da tenere in considerazione, previsti a fine anno premi anche in denaro. “Aspettiamo numerosi i nostri piloti – ha affermato la stessa Andreussi -. E’ una manifestazione in cui crediamo particolarmente, anche perché in passato ha lanciato molti sportivi che poi si sono rivelati protagonisti del mondo del motorsport”.

Un aspetto che va a impreziosire una cronoscalata che si svilupperà  lungo i consueti 5,640 km che partono dalla riva del lago di Verzegnis e raggiungono Sella Chianzutan. La pendenza media è del 7,2 per cento con un dislivello pari a 396 metri: lo start è fissato a 500 metri slm e l’arrivo a 896 metri slm. Un percorso che piace, tanto che ha trovato l’adesione di 70 equipaggi provenienti da tutta Italia ed Europa: a tal proposito il primo a iscriversi è stato un pilota austriaco, desideroso di gareggiare lungo i tornanti friulani. Il confronto con i driver stranieri sarà un’opportunità in più per i piloti del territorio.