Ottimo esordio per lo Skorpion al Trofeo Città di Giaveno

Grande prova dello Skorpion Club Libertas Pordenone domenica 23 gennaio alla prima tradizionale tappa del Grand Prix d’Italia di judo kata a Giaveno (TO), dove era presente con due coppie che hanno gareggiato con altre 70 provenienti dalle ben otto nazioni in gara.

Chiamata ad un’importante prova per confermare il proprio valore fra le coppie italiane nella specialità del katame no kata, il kata della lotta a terra fatto di immobilizzazioni, strangolamenti e leve articolari, la già collaudata squadra formata da Massimo Cester dello Skorpion e Davide Mauri del Kuroki Tarcento.

Dopo il primo turno di eliminatorie, dove si sono classificati al secondo posto di poule (due poule da sette coppie cadauna), hanno affrontato la finale migliorando il punteggio delle qualifiche più di ogni altra coppia, portando ad un quarto posto finale con un solo punto di distanza dai terzi.

Buoni segnali quindi per quello che sarà l’appuntamento dell’anno, ovvero il 26 febbraio a Bruxelles dove dovranno superare la qualificazione ai campionati europei di Malta 2017.

Accanto ai veterani, sempre per lo Skorpion, c’erano anche le giovanissime Luna Franco e Chiara de Bortoli, non ancora quindicenne la prima e appena sedicenne la seconda.

Nonostante un anno di stop forzato per qualche problema fisico, le due amiche sono tornate alle gare di alto livello con una determinazione che le ha portate al nono posto finale dietro, ma anche davanti, a coppie ben più esperte di loro, e tutte con cinture nere.

Grande ovazione di tutto lo staff dello Skorpion per le giovani atlete: «Si sono meritate un plauso unanime da tutti gli addetti ai lavori per la loro bravura. Complimenti davvero».