Dandri e Varesano trascinano l’Alabarda Opicina

L'Alabarda Opicina festeggia il successo su
L’Alabarda Opicina festeggia il successo sul Barracuda

L’Alabarda Opicina passa sul campo dell’Handball Club Barracuda (18-29), festeggiando così la sua prima affermazione esterna stagionale. Vittoria che fa il paio con quella ottenuta otto giorni fa tra le mura amiche contro il San Vito / Marano Vicentino.

Prestazione convincente quella della truppa opicinese, che seppur orfana di alcune pedine importanti (Perini, Verginella e capitan Marchionni su tutte) non soffre più di tanto i generosi padroni di casa. La partenza dell’Alabarda Opicina è positiva. Dandri con i suoi gol trascina fin da subito i suoi, che al quarto d’ora conducono per 10 a 5. Nei restanti quindici minuti si ha la reazione vogliosa del Barracuda, che con caparbietà ricuce lo strappo sino al 10-13 che manda le compagini negli spogliaotoi per l’intervallo.

La ripresa comincia però nei migliori dei modi per l’Alabarda Opicina. Varesano (in campo seppur non al 100%), Zimbardi, il giovane De Sanctis e il solito Dandri, in attacco, e le parate di Camarda e Sala tra i pali, fanno sì che la compagine opicinese confezioni un mortifero parziale di 10-2 (12-23 il parziale al 45′). La gara a quel punto per l’Opicina è tutta in discesa. Temeroli e compagni amministrano senza troppe difficoltà il vantaggio in doppia cifra sino alla sirena finale.

Top scorer dell’Opicina Claudio Varesano con 7 segnature. Da segnalare anche l’ottima prestazione di Stefano Querin (classe 1977), che con tre reti bagna nel migliore dei modi il suo esordio stagionale. Domani l’Alabarda Opicina chiuderà il 2013 agonistico recuperando la gara con il Riviera ’98, valevole per la terza giornata.