Pallamano Opicina, nulla da fare conro Oriago

Una formazione dell'Alabarda Opicina
Una formazione dell’Alabarda Opicina

Non basta una prestazione coriacea all’Alabarda Opicina per fermare la corsa dell’Uisp Arcobaleno Oriago. Il recupero della seconda giornata va alla compagine allenata da coach Leandri, che infligge così la prima sconffitta interna stagionale alla truppa opicinese.

Per l’occasione coach Sardoc ritrova l’esperto mancino Verginella (ultima presenza il 7 dicembre contro il San Vito / Marano Vicentino), ma deve fare ancora a meno di capitan Marchionni (a casa per i postumi di un deciso stato influenzale). Nonostante l’Oriago prenda fin da subito in mano le redini dell’incontro, la compagine opicinese tiene botta, rispondendo colpo su colpo alle reti dei veneziani. 2-3 il punteggio al minuto 5, 3-5 al minuto 10 mentre al quarto d’ora il risultato era in perfetta parità (parziale di 6-6). Sul finire di prima frazione ecco la svolta: la formazione ospite piazza un break di 5 reti a 0 e va negli spogliatoi sul rassicurante 8 a 14.

In apertura di ripresa l’Alabarda Opicina prova a rimettersi in carreggiata. Dopo esser riusciti a limare lo svantaggio, Varesano e compagni trovano a 13′ minuti dalla sirena finale la rete del -2 c0n Zimbardi (17-19 il parziale). Ma sul più bello l’Opicina si spegne. L’Arcobaleno Oriago ne approfitta e con contro-break di 4 a 0 archivia definitivamente la pratica (20-27 il finale).

Con questi tre punti la compagine veneziana sale a quota 22 punti in classifica, scavalcando al secondo posto la Pallamano Camisano ferma a 19. Per l’Opicina l’appuntamento con la prima vittoria del 2014 è rimandato. Nel prossimo fine settimana la compagine di coach Sardoc affronterà tra le mura amiche la capolista Emmeti Mestrino (9 vittorie in 9 incontri), nel match valevole per la prima giornata di ritorno.