Pallamano – Trieste batte 28-24 il Junior Fasano

Pallamano Trieste – Acqua & Sapone Junior Fasano 28-24 (14-11)
Pallamano Trieste: Doronzo, Dapiran 10, Hrovatin 3, Mazzarol, Pernic 1, Popovic 3, Milovanovic, Di Nardo 2, Stojanovic, Zoppetti, Valdemarin, Parisato, Visintin 1, Bosco, Sandrin 1, Bratkovic 7. All.: Carpanese
Acqua & Sapone Junior Fasano: De Santis, Angiolini 2, Angeloni, Pugliese 4, Notarangelo 1, Messina 2, De Angelis T. 4, Fovio, Franceschetti 2, Vinci, Beharevic 1, De Angelis A., Jarlstam 8. All.: Ancona

Tra le mura amiche del PalaChiarbola la Pallamano Trieste fa suo con pieno merito il big match della seconda giornata di campionato battendo l’Acqua & Sapone Junior Fasano per 28-24 in una sfida vera dove i giuliani, ad eccezione dei primi minuti di gioco, hanno sempre condotto le danze grazie ad un gioco a lunghi tratti spumeggiante con l’intero collettivo autore di una prova sopra le righe dove a mettersi in evidenza sono stati Milovanovic, superlativo tra i pali, e l’asse Dapiran-Bratkovic (17 reti in 2, n.d.r.) quasi infallibile in fase offensiva.

La cronaca. Dopo un avvio piuttosto equilibrato (4-4 all’8′) Trieste prende in mano le redini della gara e premendo sull’acceleratore trova un parziale di 6-1 (10-5), il momento è propizio alla formazione di casa che approfittando del buon momento allunga sino a portarsi avanti di 6 reti (13-7), la Junior Fasano sembra accusare il colpo ma trascinata dallo svedese Jarlstam piazza un break di 4-0 (13-11) utile a vanificare la possibile fuga biancorossa. Dapiran su rigore fissa il 14-11 di fine primo tempo.

La ripresa è totalmente appannaggio di Trieste che nell’arco di 3′ con Bratkovic, Popovic e Dapiran si porta nuovamente sul +6 (17-11), il controllo della gara a questo punto è nelle mani degli alabardati abili a dilatare il divario in maniera progressiva tanto da toccare le 8 reti di vantaggio al 36′ (20-12). I padroni di casa gestiscono l’incontro senza patemi, la reazione tardiva degli uomini di coach Ancona (27-23 al 57′) porta solo a ridurre le distanze, finisce 28-24 con Trieste a festeggiare la prima vittoria in campionato.

Soddisfatto coach Carpanese: “Sono contento del risultato ottenuto, di certo oggi è stato importante vincere per eliminare definitivamente le scorie accumulate sette giorni prima a Sassari. La squadra è entrata subito in clima partita, una buona difesa condita da validi contropiedi ci hanno permesso di allungare il divario anche se potevamo essere più cinici nel chiudere in anticipo il match senza permettere alla Junior Fasano di avvicinarsi nel punteggio. Dobbiamo ancora lavorare molto credendo maggiormente nelle nostre forze e cercando, allo stesso tempo, di aumentare l’amalgama del gruppo in modo da poter migliorare. L’unico rammarico è stato quello di giocare senza pubblico sugli spalti, l’aspetto sanitario viene ovviamente prima di qualsiasi cosa, ma la mancanza dei tifosi si è fatta sentire in quanto, da sempre, rappresentano per noi l’ottavo uomo in campo”.