Pallamano – Trieste esce sconfitta dalla trasferta di Bolzano

Bozen – Pallamano Trieste 26-22 (11-8)
Bozen: Greganic 3, Hermones, Kammerer, Marino 4, Piha, Pircher, Rossignoli, Rottensteiner, Sonnerer 2, Sporcic 3, Turkovic 6, Udovicic 4, Venturi 3, Walcher 1. All.: Dalvai
Pallamano Trieste: Bratkovic 4, Dapiran 7, Di Nardo 1, Hrovatin 6, Jerman, Kuodys 1, Mazzarol 1, Milovanovic, Pernic, Popovic 1, Stojanovic, Urbaz, Visintin 1, Zoppetti. All.: Oveglia

Sfida dalle tante sfaccettature quella andata in scena a Bolzano, dopo un primo tempo piuttosto opaco nella ripresa i giuliani hanno trovato la giusta reazione per riaprire le sorti di un match che pareva difficile da raddrizzare, la formazione di coach Oveglia ha però avuto -nonostante le difficoltà palesatesi nell’ultimo mese dovute ai casi di positività al Covid-19 e al conseguente rinvio di due incontri- la forza di rientrare in partita tanto da mettere in discussione l’esito della gara a 8′ dalla conclusione. Ai triestini è mancato il colpo del ko: raggiunta la parità (21-21) l’intensità di gioco, complice anche la panchina corta, è calata e ad approfittarne sono stati gli altoatesini abili nel piazzare un break (4-0) utile a chiudere le sorti dell’incontro.

La cronaca. Gli ospiti sbloccano subito il risultato con Bratkovic, dal versante opposto Bolzano trova il pari dopo 5′ dall’avvio grazie a Greganic (1-1), tra i pali sale in cattedra Hermones a stoppare ogni velleità di fuga dei triestini in una sfida che rimane equilibrata sino al 10′ (5-5) quando Turkovic sigla il primo allungo (7-5 al 15′). L’espulsione temporanea di Di Nardo favorisce ulteriormente la manovra offensiva della squadra di casa che aumenta lo strappo con il passare dei minuti sino a toccare le 5 reti di vantaggio (11-6) al 23′, nel finale di primo tempo il duo Bratkovic-Hrovatin riduce il passivo a 3 gol di scarto (11-8).

Al rientro dagli spogliatoi Bolzano mantiene salde le redini del gioco, al 35′ l’ex Udovicic realizza il massimo vantaggio (16-10), la svolta in casa triestina avviene con un rigore messo a segno da Dapiran e la doppia inferiorità numerica della formazione di Dalvai che da il la ad un parziale di 4-0 certamente efficace a fornire nuova linfa ai giuliani, le parate di Zoppetti e la buona vena realizzativa di Hrovatin trascinano la squadra che recupera il passivo sino a trovare la rete del pari con Dapiran (21-21) al 52′. Il contro break (4-0) degli avversari non si fa attendere: 2 reti, ciascuno, di Sporcic e Marino decretano in maniera definitiva l’esito della gara a favore dei bolzanini (26-22).