Pallamano – Trieste supera Gaeta 30-22

Pallamano Trieste – Mfoods Carburex Gaeta 30-22 (12-11)
Pallamano Trieste: Doronzo, Hrovatin 4, Grosu, Mazzarol, Pernic 4, Popovic 4, Modrusan, Di Nardo 2, Zoppetti, Valdemarin, Visintin 8, Fidel 5, Sandrin 3. All.: Carpanese
Mfoods Carburex Gaeta: Scavone, Ciccolella, Cascone 3, Lombardi 9, Ponticella, Viggiano, Uttaro, Santinelli, Bottino 1, Sarevac 4, Panzarini, Bliznov 5, Randes. All.: Onelli

Con una grande prova di carattere la Pallamano Trieste fa suo il primo match salvezza battendo in un gremito PalaChiarbola la Mfoods Gaeta per 30-22, l’importante vittoria contro i laziali consente di fatto alla formazione biancorossa di superare in classifica sia la stessa Gaeta che Fondi balzando in un solo colpo al quartultimo posto.

La cronaca. Trieste sospinta dal gran tifo della Curva Nord, del Triestina Club Bar Capriccio e dal suo grande tifo parte subito forte e grazie al duo Fidel-Visintin si porta avanti (2-0), vantaggio che viene incrementato sino a toccare il +3 (4-1) al 6′ dove ad erigersi in fase offensiva sono Pernic e Di Nardo. Nonostante un uomo in più, causa i 2′ comminati a Pernic, Gaeta non trova la forza necessaria ad accorciare le distanze anche perché la difesa 5-1 adottata dai biancorossi lascia di fatto pochi spazi di manovra agli ospiti. Ne approfittano quindi i triestini a trovare l’ulteriore allungo (6-2) al 10′ con l’asse Fidel-Popovic, vantaggio che rimane pressoché costante sino al 18′ (8-4) quando un leggero calo dei padroni di casa portano gli avversari ad accorciare le distanze nell’arco di 2′ (8-6). I giuliani per 6′ si trovano a giocare con l’uomo in meno, fattore che permette alla squadra guidata da coach Onelli di ricucire in parte lo strappo chiudendo la prima frazione sotto di una rete (12-11).

Nella ripresa l’inerzia passa in mano agli ospiti con Lombardi al 35′ a siglare il doppio vantaggio (14-16), Trieste non allenta la presa: Pernic su tiro di rigore e Hrovatin pareggiano i conti al 37′(16-16). Il momento a questo punto è propizio ai biancorossi abili a trovare il nuovo vantaggio grazie ad un attacco scoppiettante (3 le reti consecutive di capitan Visintin) accompagnato allo stesso tempo da una difesa alquanto ermetica (ottimi gli interventi tra i pali del sempre presente Modrusan) fattori che combinati portano i giuliani avanti di 3 gol (19-16).

Gaeta a questo punto prova a risalire la china ma non vi riesce, Trieste allunga ulteriormente il distacco (27-22 al 56′) sino a toccare il massimo vantaggio alla sirena finale (30-22) ottenendo così una vittoria importantissima sia per il morale che per la classifica.

Piena è la soddisfazione del ds Giorgio Oveglia per l’importante risultato maturato tra le mura amiche del PalaChiarbola: “Abbiamo affrontato un partita vera, contro un mai domo Gaeta l’accoppiata pubblico-squadra è stata davvero invincibile tanto da riuscire addirittura a sopperire all’assenza del nostro capocannoniere Jan Radojkovic. Vorrei infine rivolgere due parole nei confronti di Modrusan e Visintin: semplicemente mostruosi!