Rigettato il ricorso dell’Alabarda Opicina per il ko a tavolino

Il ricorso presentato dalla Pallamano Opicina presso la Corte Sportiva d’Appello , in merito alla decisione del Giudice Sportivo di omologare con uno 0-5 il match della tredicesima giornata del girone B di Serie A2 contro il San Vito Marano (conclusosi sul campo con il risultato di 26-18 per la compagine giuliana, ndr), è stato rigettato.

La Corte, presieduta dal Professore Pierfrancesco Bruno e composta tra gli altri dagli Avvocati Emilia Giffenni ed Ernesto Russo, ha infatti deliberato nel pomeriggio di lunedì che “ai sensi e per gli effetti dell’art. 49 co. 6 Regolamento Giustizia e Disciplina dichiara inammissibile il reclamo”.

Rammentiamo che tale provvedimento disciplinare era stato preso dal Giudice Sportivo Riccardo Aquilanti dopo “Esperiti gli accertamenti di rito” che avevano fatto emergere che “la Società Pallamano Opicina aveva iscritto a referto l’atleta Davide Furlan non in regola con le norme federali in materia di tesseramento alla data di svolgimento della gara” (27 gennaio 2018, ndr); motivazioni messe a verbale e pubblicate nel già noto Comunicato Ufficiale numero 18 della Federazione Italiana Giuoco Handball.

Rigetto che di fatto non va a mutare la situazione di classifica del girone B di Serie A2 con l’Alabarda Onoranze Funebri Opicina, che in virtù dello 0-5 comminato resta a quota 5 punti appaiata al predetto San Vito Marano e all’Handball Malo.

Di seguito la classifica del gruppo B di seconda divisione nazionale: Pallamano Oderzo 22 punti, Vigasio 17, SSV Brixen 17, H.C. Ferrara United 17, SSV Taufers 17, Emmeti 11, Estense Ferrara 6, Alabarda Onoranze Funebri Opicina 5, San Vito Marano 5, Handball Malo 5, Rovereto Vallegarina 0