Pallanuoto – A1M, Trieste supera la Roma Nuoto

Andrea Razzi, un gol nel confronto con i giallorossi.

Secondo successo consecutivo in campionato per la Pallanuoto Trieste. Nella seconda giornata di andata della serie A1 maschile, davanti al ritrovato pubblico della “Bruno Bianchi”, la squadra dello sponsor Samer & Co. Shipping ha superato la Roma Nuoto per 10-7. Non è stato un match semplice per i ragazzi di Daniele Bettini, che hanno faticato a tenere a bada la giovane e talentuosa compagine giallorossa. “Intanto complimenti a loro – spiega l’allenatore – hanno sfoderato davvero un’ottima prestazione. A noi è mancata concentrazione e intensità, abbiamo rischiato. Ci prendiamo i tre punti e pensiamo ai prossimi impegni”.

La cronaca. Equilibrio fin dal primo sprint. Dopo 90’’ Pietro Faraglia in controfuga trova lo 0-1, Mezzarobba è lesto a ribattere a rete un pallone vagante (1-1), Francesco Faraglia in superiorità mette in porta l’1-2. Nel secondo periodo Trieste prova a ribaltare l’inerzia. Bini impatta con un secco diagonale mancino (2-2) e Podgornik capitalizza un assist di Mezzarobba: 3-2 al cambio di campo. Ma non è il prologo ad un allungo alabardato, anche perché la Roma ribatte colpo su colpo. Nella terza frazione si segna tantissimo. Una colomba di Ciotti vale il 3-3, poi vanno a tabellino Podgornik in superiorità (4-3) e sempre con l’uomo in più Francesco Faraglia (4-4), Mladossich (5-4) e De Robertis (5-5). I capitolini ci credono e grazie al rigore del solito Francesco Faraglia e un diagonale di Ciotti scappano sul +2 (5-7) a 1’58’’ dalla fine del tempo. Qui inizia tutta un’altra partita. Trieste si scuole e riacciuffa subito il pareggio grazie alle reti con l’uomo in più di Razzi e Bego (lesto tap-in dal palo). Si entra negli ultimi 8’ di gioco con il punteggio fissato sul 7-7. Bini sfrutta un assist di capitan Petronio per il nuovo vantaggio casalingo (8-7), Buljubasic da boa realizza il preziosismo +2 (9-7) a 2’57’’ dalla sirena e proprio a 23’’ dall’epilogo Mezzarobba chiude i conti con la rete del 10-7. “Non è stata una gran partita da parte nostra – conclude il d.s. Andrea Brazzatti – abbiamo sofferto parecchio, ma nel finale siamo stati bravi a portarci a casa il bottino pieno”.

La Pallanuoto Trieste tornerà in campo sabato 23 ottobre per affrontare in trasferta il temibile Telimar Palermo (ore 15.00).

PALLANUOTO TRIESTE – ROMA NUOTO 10-7 (1-2; 2-0; 4-5; 3-0)

PALLANUOTO TRIESTE: Oliva, Podgornik 2, Petronio, Buljubasic 1, Vrlic, Jankovic, Bego 1, Mezzarobba 2, Razzi 1, Rigoni, Bini 2, Mladossich 1, Seppi. All. Bettini

ROMA NUOTO: De Michelis, Ciotti 2, Di Santo, F. Faraglia 3, P. Faraglia 1, Tartaro, De Robertis 1, Voncina, Boezi, Calic, Spione, Graglia, Maizzani. All. Tafuro

Arbitri: D’Antoni e Lo Dico

NOTE: nessuno uscito per limite di falli; superiorità numeriche Pallanuoto Trieste 4/11, Roma Nuoto 3/10 + 1 rigore