Pallanuoto – Per Trieste arriva lo scontro diretto contro Roma

Scontro diretto al Foro Italico. Sabato 9 febbraio, nella quarta giornata di ritorno del campionato di serie A1 maschile, la Pallanuoto Trieste affronterà in trasferta la Roma Nuoto. Si gioca alle ore 18.

Qui Pallanuoto Trieste – Metabolizzata la sconfitta casalinga con il Posillipo, per il gruppo di Daniele Bettini è alle porte un altro match delicatissimo in chiave classifica. La Roma Nuoto infatti ha gli stessi punti della Pallanuoto Trieste (15) e la posta in palio sabato al Foro Italico vale doppio. “Siamo pronti – spiega l’allenatore alabardato – lo spirito è alto e abbiamo tanta voglia di fare bene. Ci siamo soffermati a lungo sull’analisi della partita con i partenopei, per una volta di più abbiamo capito che dipende soprattutto da noi, da come giochiamo. Andiamo a Roma consapevoli dell’importanza della gara”.

Il tecnico ligure deve anche fare i conti con qualche problema di formazione. Niccolò Rocchi salterà la trasferta capitolina per squalifica, Filippo Ferreccio è fermo ai box dopo un colpo incassato in allenamento, dovrebbe recuperare anche se non sarà al massimo della condizione. La Roma Nuoto invece in casa si esalta. Ancora Bettini: “E c’è anche da considerare il fattore piscina, il Foro Italico è una vasca strana, alla quale siamo poco abituati. Loro sono nelle migliori condizioni per giocare questo match, sappiamo che dovremo lottare su ogni pallone per portar via un risultato positivo”.

La Pallanuoto Trieste si è allenata intensamente in settimana, con una doppia amichevole: martedì alla “Bianchi” con il Primorje Rijeka, giovedì a Capodistria con il Koper. Venerdì mattina gli alabardati sosterranno la rifinitura, la partenza alla volta di Roma è prevista in serata.

Gli avversari: Roma Nuoto – La neopromossa compagine capitolina, al suo primo campionato in assoluto in serie A1 maschile, si è stabilmente inserita nel gruppone di squadre di centro classifica, in bilico tra la zona tranquillità e i pericolosi play-out. Le cinque vittorie stagionali conquistate dalla Roma Nuoto (a fronte delle 11 sconfitte, stesso score della Pallanuoto Trieste) sono arrivate con Catania (3-6 in Sicilia), Lazio (10-7 nel derby di andata), Canottieri Napoli (8-11 a Casoria), Savona (5-9 esterno) e di nuovo Catania (15-9 al Foro Italico due settimane or sono).

Ma la prestazione più brillante dei giallorossi è stata senza dubbio quella di Busto Arsizio lo scorso 19 gennaio, quando lo Sport Management riuscì ad imporsi per 9-8 grazie ad un gol arrivato a soli 3’’ dalla sirena finale. Attenzione in particolare al tiratore Stevie Camilleri, 31 gol in campionato, alla classe del montenegrino ex An Brescia Vjekoslav Paskovic, alla forza fisica del centroboa Michele Lapenna e all’esperienza di Roberto Africano e Claudio Innocenzi. E all’entusiasmo dei giovani Francesco De Michelis (il portiere titolare), Francesco Faraglia, Matteo Spione e Michele De Robertis. Nella gara di andata alla “Bianchi” (unico precedente tra le due formazioni) la Pallanuoto Trieste si impose per 8-7.