Pallanuoto – Trieste cerca il riscatto in casa contro la Roma Nuoto

A caccia dell’immediato riscatto. Sabato 3 novembre, nella quarta giornata del campionato di serie A1 maschile 2018/2019, la Pallanuoto Trieste ospiterà alla “Bruno Bianchi” la neopromossa Roma Nuoto in un confronto del tutto inedito. Inizio fissato alle ore 18.00.

Qui Pallanuoto Trieste – Cancellare lo stop esterno di Casoria e concentrarsi su un avversario molto temibile. La settimana in casa Pallanuoto Trieste è trascorsa veloce, come i ritmi che impone un campionato sempre più intenso e interessante. Il gruppo di Daniele Bettini ha per prima cosa smaltito le scorie accumulate nel match perso con il Posillipo, poi ha fatto i conti con i problemi (qualche linea di febbre) di capitan Aaron Giorgi e Filippo Ferreccio (entrambi comunque recuperati). Infine, aspetto più importante, ha preparato nei minimi dettagli la difficile sfida con la Roma Nuoto. “Abbiamo analizzato gli errori commessi sabato scorso – spiega l’allenatore alabardato Daniele Bettiniche certamente non dovremo commettere nel match con i capitolini. Nei momenti di difficoltà tendiamo a scoraggiarci, ma dobbiamo entrare nell’ordine delle idee che in ogni partita ci saranno momenti in cui le cose non andranno bene. Quindi sarà importante migliorare sotto l’aspetto mentale. Con la Roma il nostro compito sarà quello di avere un approccio positivo e poi tenere alta la concentrazione per tutti i 32 minuti di gioco. Non un istante di meno”. Bettini avrà a disposizione la rosa al completo e deciderà, come al solito, solo poco prima del match i tredici da mandare in vasca. Intanto prova a stabilire il piano-partita: “Tanta difesa, pazienza in attacco e convinzione nei nostri mezzi”.

Gli avversari: Roma Nuoto – Dopo una lunga rincorsa, la società giallorossa ha conquistato l’ambito palcoscenico della serie A1 maschile. E la compagine guidata da Roberto Gatto ha fatto le cose per bene in sede di mercato, pescando il classico “jolly”. Ovvero il forte attaccante montenegrino Vjekoslav Paskovic, classe 1985, l’anno scorso all’An Brescia e capace di vincere con la propria nazionale ben 4 medaglie tra Europei e Mondiali. In estate è arrivato (dalla Lazio) il centroboa Matteo Spione, che assieme al veterano Michele Lapenna formano una coppia molto temibile ai due metri. Occhi puntati anche sul tiratore nativo di Malta Steven Camilleri, che in A1 ha già giocato con l’Ortigia, e gli esperti Roberto Africano e Claudio Innocenzi. Senza dimenticare i giovani promettenti Francesco De Michelis (portiere), Francesco Faraglia e Michele De Robertis. In questo primissimo scorcio di campionato, la Roma ha già piazzato un colpo esterno in casa del Catania, battuto per 3-6. Prima e dopo le due scontate sconfitte con le “big” Sport Management e Pro Recco. “Hanno tanto entusiasmo – analizza Bettini – e pure molta qualità. E’ una squadra assolutamente da prendere con le molle”.