Pallanuoto – Trieste chiude l’anno con la sfida salvezza contro Savona

Ultima partita del 2018. Oggi alla “Bruno Bianchi”, nell’undicesima giornata del campionato di serie A1 maschile, la Pallanuoto Trieste ospita la Rari Nantes Savona di Alberto Angelini. Inizio previsto nel consueto orario delle 18.

Qui Pallanuoto Trieste – Il compito della squadra alabardata è chiaro: chiudere al meglio l’anno solare. La classifica, dopo le cinque sconfitte consecutive, si è parecchio complicata e per capitan Giorgi e compagni quello con il Savona è uno scontro diretto (i liguri hanno 1 lunghezza in più rispetto a Trieste in graduatoria). L’allenatore Daniele Bettini detta la linea: “E’ una partita importantissima per noi, giochiamo davanti al pubblico di casa, vogliamo conquistare il successo e daremo tutto per prenderci questi 3 punti. Ma attenzione al Savona. L’organico non sarà più da final-six come quello degli anni scorsi, però hanno dimostrato di poter mettere in difficoltà molte squadre. Hanno alcune individualità di livello internazionale e soprattutto un allenatore che conosco benissimo e ritengo tra i più bravi in Europa”.

La Pallanuoto Trieste si è preparata con buona concentrazione al delicato match con i biancorossi liguri. Nonostante il periodo negativo sotto il punto di vista dei risultati, il morale del gruppo è piuttosto alto. “Non siamo contenti – continua Bettini – perdere non fa piacere a nessuno, ma allo stesso tempo la fiducia non ci manca. E’ un momento in cui gira tutto storto, abbiamo però tutte le qualità per uscire dal tunnel. Affrontiamo un Savona abituato a dare battaglia su ogni pallone, per conquistare un risultato positivo dovremo mettere in acqua più voglia di vincere rispetto a loro”. Per quanto riguarda la formazione da schierare, Bettini ha un solo dubbio legato alle condizioni del difensore classe 1995 Amel Turkovic, bloccato in settimana da una fastidiosa otite.

Gli avversari: Rn Savona – Reduce da due qualificazioni consecutive alla final-six scudetto, quest’anno la Rari Nantes Savona ha ridimensionato le proprie ambizioni. La squadra a disposizione del condottiero Alberto Angelini è imbottita di giovani di buone prospettive, ma anche di alcuni elementi di esperienza e estrema affidabilità. Come il portiere nativo di Novi Sad Slobodan Soro (40 anni da compiere il 23 dicembre), uno che in carriera ha vinto praticamente tutto a livello di club e nazionale. L’atleta più pericoloso è senza dubbio l’eclettico croato Kristijan Milakovic, capace di ricoprire diverse posizione in acqua e dotato di un tiro potente e preciso. Attenzione anche al mancino Jacopo Colombo e al giovane montenegrino Nebojsa Vuskovic, l’ultimo arrivato in casa Savona. Dopo un ottimo avvio di torneo, vittorie con Florentia (7-5), Quinto (8-7), Bogliasco (8-6) e pareggio col Posillipo (7-7), il Savona è reduce da tre sconfitte consecutive. Le due squadre si sono già affrontate in questa stagione, lo scorso 22 settembre nel girone di Coppa Italia, con successo della Pallanuoto Trieste (il primo in assoluto sul Savona) per 10-4.