Pallanuoto Trieste coi favori dl pronostico contro la Lazio

Marko Elez in azione

Dal giorno della ripresa, il 3 gennaio, la Pallanuoto Trieste si è allenata con grande intensità per presentarsi la meglio al trittico di sfide che chiuderà il girone di andata: Lazio in casa, Posillipo in trasferta, Acquachiara alla “Bruno Bianchi”. Intanto l’allenatore della Pallanuoto Trieste è concentrato sul delicato match di sabato.

Quella contro la Lazio è una partita importante per noi – spiega Stefano Piccardoclassifica alla mano siamo favoriti e quindi la pressione sarà tutta sulle nostre spalle. Torniamo a giocare una gara ufficiale dopo un bel po’ di tempo e quindi non mancheranno le incognite. Ma ci siamo preparati bene, il gruppo è in salute e in condizioni fisiche soddisfacenti. Speriamo di poter contare sul sostegno del nostro pubblico, sarebbe bello rivedere la piscina piena. Abbiamo bisogno dell’affetto dei tifosi, in casa dobbiamo riuscire a dare sempre qualcosa in più sotto il piano della carica agonistica”.

Pochi dubbi di formazione, quindi, per il tecnico ligure. Qualche problema solo per il centroboa montenegrino Nikola Vukcevic, che al rientro dal common-training di Brescia ha accusato un leggero fastidio alla gamba destra. In ogni caso, nulla di preoccupante. Anzi, proprio Vukcevic potrebbe rappresentare una delle armi per scardinare la difesa della Lazio.

Abbiamo provato qualche soluzione tattica nuova in questo periodo – continua Piccardo – vogliamo servire con maggiore continuità il nostro centroboa per migliorare la qualità del gioco. Contro la Lazio comunque sarà fondamentale anche l’atteggiamento difensivo, dietro dovremo piazzarci con ordine a protezione della nostra porta. E rientrare con tempestività in transizione, cosa che nelle prime dieci partite di campionato abbiamo fatto alle volte con una certa confusione”.

Sono due i precedenti tra Pallanuoto Trieste e Lazio nel campionato di serie A1 maschile: in entrambi i casi vittoria alabardata, per 12-5 il 30 gennaio dello scorso anno, 7-6 nella gara di ritorno al Foro Italico.

QUI LAZIO – Grazie alla preziosa vittoria sull’Acquachiara (12-11) nell’ultimo turno prima della sosta, la Lazio ha interrotto una striscia di 9 sconfitte consecutive, relegando il Quinto all’ultimo posto in classifica. I capitolini di Massimo Tafuro, dopo essersi salvati ai play-out la scorsa stagione, sembrano comunque destinati ad un altro campionato di sofferenza nei bassifondi della classifica.

La squadra capitolina comunque può contare su alcuni elementi di buona qualità per la categoria. Come il forte difensore Daniele Giorgi, grande esperienza e forza fisica, una sicurezza in marcatura sui 2 metri e pure un buon tiro dalla distanza (10 gol in campionato). Il centroboa Matteo Leporale, ottimo interprete del ruolo. L’attaccante di posto 4 Giacomo Cannella, classe 1997, talento emergente della waterpolo azzurra, autore di 19 reti in A1 maschile e decisivo con un pesantissimo poker nella vittoria biancoceleste sull’Acquachiara.

Attenzione anche al pericoloso Federico Colosimo (10 reti in campionato), al giovane attaccante Andrea Tulli (anche se la sua presenza è in dubbio) e al veterano Raffaele Maddaluno. “Il successo sull’Acquachiara – analizza Stefano Piccardo – ha fatto ritrovare alla Lazio entusiasmo e fiducia. Sanno ripartire molto bene e in controfuga possono farci male. Per questo dovremo disputare una gara lineare in fase difensiva e non lasciarci sorprendere dalla loro velocità nel nuoto”.