Pallanuoto Trieste: in arrivo il big match col Sori

ray petronio marzo 2015
Ray Petronio

E’ lo scontro al vertice del girone Nord. Sabato 7 marzo, nella terza giornata di ritorno del campionato di serie A2 maschile, la Pallanuoto Trieste ospita alla Bruno Bianchi (si gioca nel consueto orario delle 18.30) il Rn Sori: in poche parole, prima contro seconda della classifica, in un confronto decisivo nella corsa al primato, determinante per arrivare ai play-off con il vantaggio del fattore campo. I 4 punti di vantaggio che la Pallanuoto Trieste conserva sul Sori sono senza dubbio preziosi, ma non mettono per nulla al riparo gli alabardati.

Molto in questa sfida a distanza si deciderà nello scontro diretto di questo pomeriggio, senza dimenticare che i liguri sono l’unica squadra ad aver tolto punti alla compagine giuliana: nella gara di andata dello scorso 29 novembre infatti finì 7-5 per il Sori, che nel finale piazzò un devastante parziale di 3-0 che ribaltò le sorti del match.

La Pallanuoto Trieste dopo quello stop ha inanellato qualcosa come 10 vittorie consecutive e non vuole certo fermarsi. Anche se in vista del big-match della Bruno Bianchi Stefano Piccardo dovrà fare i conti con qualche problema di formazione. Gabriel Namar infatti si è infortunato alla mano sinistra e dovrà restare fermo per qualche settimana, mentre il capitano Aaron Giorgi e il giovane Michele Mezzarobba hanno dovuto fare i conti con qualche problema fisico, per fortuna superato, e saranno della contesa.

“L’infortunio di Namar – spiega Stefano Piccardo – ci complica non poco i piani, in particolare perché dovremo cambiare qualcosa sotto l’assetto difensivo. Avevo preparato un tipo di partita, adesso invece dovremo giocare in un altro modo. Il Sori poi è una squadra davvero competitiva, organizzata, dietro sono fortissimi, non a caso hanno incassato meno gol di tutti in campionato. Bisognerà affrontarli con accortezza, in attacco dovremo avere più pazienza del solito perché non sarà facile trovare gli spiragli giusti. E’ un test importante per il nostro gruppo, sono curioso di valutare la crescita della squadra ad un girone di distanza dalla sconfitta in casa loro”.

Formazione praticamente obbligata quindi quella che schiererà Piccardo contro il Sori, con Giacomo Stulle che prenderà il posto di Gabriel Namar e Giovanni Vannella secondo portiere con il numero 13.
I liguri, dal canto loro, si presentano alla Bruno Bianchi in ottime condizioni, rinfrancati dal successo casalingo sul Torino 81 (9-7) che ha fatto seguito al pareggio di Camogli (10-10).

La squadra di Alessandro Cavallini può davvero contare su una serie di elementi di grande qualità e affidamento. Il croato Filip Vuleta, ex del Plebiscito Padova, è uno dei migliori attaccanti di tutto il girone Nord, i vari Mugnaini (decisivo sabato con il Torino), Gandini, Rocchi, il mancino Manzi, Cambiaso e Trebino, hanno talento e notevoli capacità tecniche. La difesa, orchestrata dal forte portiere Ferrari, è la meno battuta del torneo. Insomma, si preannuncia un grande spettacolo sportivo: tutti alla Bianchi a tifare per la Pallanuoto Trieste.