Pallanuoto – Trieste in vasca contro il Quinto

Non c’è nemmeno il tempo di rifiatare. Sabato 26 ottobre si gioca la quarta giornata della serie A1 maschile e la Pallanuoto Trieste sarà impegnata sul campo del Quinto. Si gioca a Genova, nella piscina di Albaro, con inizio fissato alle ore 18.00.

Qui Pallanuoto Trieste – Archiviato il prezioso successo con il Posillipo, la squadra del main-sponsor Samer & Co. Shipping si è rimessa al lavoro per preparare, nel giro di qualche allenamento, la delicata trasferta in Liguria. Non prima però di aver analizzato il match casalingo con i partenopei. “Abbiamo guardato il video – spiega l’allenatore della Pallanuoto Trieste Daniele Bettinila squadra ha fatto cose buone e altre meno buone. Ci sono diversi aspetti del nostro gioco da migliorare, in particolare le situazioni di superiorità numerica. Dobbiamo essere più aggressivi, muoverci con maggiore rapidità, ma non per questo affrettare le conclusioni. Abbiamo le qualità per alzare la nostra percentuale di realizzazione con l’uomo in più”.

Il tecnico alabardato è ovviamente proiettato alla gara di Genova. Ancora Bettini: “Intanto cerchiamo di recuperare un po’ di energie, anche se pure il Quinto ha disputato il turno infrasettimanale. Loro sono molto temibili, soprattutto quando giocano in casa, possono contare su almeno due atleti di livello superiore e tra l’altro sono reduci da un paio gare molto strane, decise entrambe negli ultimi secondi. Con noi faranno di tutto per riscattarsi e prendersi i tre punti”. Per quanto riguarda la formazione, Bettini dovrebbe schierare la stessa del vittorioso match con il Posillipo: “Ma quest’anno abbiamo una rosa ampia e sto avendo risposte positive da chi vuole guadagnarsi il posto nei tredici”.

Gli avversari: Quinto – In questo primo scorcio di campionato la squadra guidata da Gabriele Luccianti è stata bella ma poco fortunata. Sconfitta di misura all’esordio sul campo dell’Ortigia Siracusa (7-6 per i siciliani in rimonta), pari casalingo con la Roma Nuoto (8-8 con gol capitolino a 40’’ dalla fine) e mercoledì stop esterno a Firenze, un 7-6 maturato a soli 4’’ dalla sirena. Nonostante i risultati non troppo brillanti, il Quinto può considerarsi compagine di sicuro spessore. Reduci da un ottimo 2018/2019, i liguri in estate hanno riportato in Italia (dopo l’esperienza ad Hannover) un autentico fuoriclasse come Alex Giorgetti, che in carriera ha vinto tutto con l’Italia e la Pro Recco. Dal Bogliasco sono arrivati Mario Guidi (difensore) e Andrea Fracas (centroboa), mentre dal Telimar neopromosso l’attaccante mancino Thomas Tabbiani. Riconfermati alcuni dei più positivi protagonisti dello scorso campionato, ovvero il portiere Pierre Pellegrini (entrato anche nel giro della nazionale), il talentuoso Matteo Gitto e il forte universale olandese Robin Lindhout, che assieme a Giorgetti forma una tandem di estrema pericolosità al tiro.