Pallanuoto Trieste nella tana del Torino 81

Ruben Lagonigro, della Pallanuoto Trieste
Ruben Lagonigro, della Pallanuoto Trieste

Dopo la pausa pasquale torna la pallamano di A2 con Trieste attesa domani alla “Monumentale” di Torino per affrontare i piemontesi nella prima giornata di ritorno.

La classifica non sorrida certo alla compagine torinese, penultima in graduatoria, ma la “Monumentale” resta una piscina difficile da espugnare e la Pallanuoto Trieste dovrà anche prestare attenzione al capocannoniere del torneo, il serbo Vuksanovic, autore di 30 reti personali.

“Ci attende una gara da affrontare al massimo della concentrazione – spiega l’allenatore della Pallanuoto Trieste, Ugo Marinelli -. Saremo al cospetto di una squadra probabilmente inferiore a noi sotto il piano tecnico, ma sempre molto pericolosa in casa. E’ una piscina difficile e anche la capolista Como un paio di settimane fa ha sofferto tantissimo”. I lariani infatti sono riusciti a spuntarla soltanto di misura (8-9) dopo una sfida contraddistinta da una ventina di espulsioni a favore del Torino 81, e le relative polemiche del dopo partita.

La Pallanuoto Trieste arriva al confronto della piscina “Monumentale” in buone condizioni di forma. La sosta ha giovato agli alabardati, che hanno potuto recuperare energie soprattutto nervose. “Abbiamo lavorato bene in questi giorni – continua Marinelli – la pausa ha fatto bene ai ragazzi che hanno staccato un po’ la spina dopo un girone di andata molto dispendioso. Sotto il piano fisico stiamo bene, andiamo a Torino per vincere”.