Pallanuoto – Trieste sbanca Siracusa e conquista la salvezza

Sembrava (quasi) impossibile fino a qualche settimana fa. Invece la Pallanuoto Trieste conquista una meritatissima salvezza e nella stagione 2019/2020 giocherà per il quinto anno consecutivo nel campionato di serie A1 maschile. È questo infatti il verdetto dell’ultima giornata di regular-season, vissuta a rimbalzo di emozioni su due campi. Quello di Siracusa, dove gli alabardati si sono imposti sull’Ortigia per 7-10, e quello di Bogliasco, dove i liguri hanno strapazzato il Catania con un netto 17-11. In classifica quindi Trieste raggiunge il fatidico +10 (+11 in realtà) sulla penultima e evita così i play-out salvezza (che non si giocheranno), mentre Catania e Bogliasco retrocedono in A2.

Complimenti ai ragazzi – esclama a fine match un soddisfattissimo Daniele Bettinihanno disputato una gran partita. L’Ortigia ci ha pressato molto alti, ma siamo stati comunque capaci di renderci pericolosi. Abbiamo avuto una flessione nel secondo periodo, poi è emerso tutto l’orgoglio di questa squadra che ha fatto davvero la differenza”.

“Siracusa ci porta bene… – esclama il d.s. Andrea Brazzatti – sono davvero orgoglioso di Daniele Bettini e dei miei atleti. In queste ultime settimana hanno fatto quadrato, hanno lavorato a testa bassa tutti insieme e abbiamo raggiunto questo importantissimo risultato”.

La cronaca. Dopo 3’ Vico si guadagna un rigore che Gogov trasforma per lo 0-1. Vico si mette in proprio per lo 0-2 (alzo e tiro dai 5 metri), poi Espanol servito da Di Luciano accorcia sull’1-2. Mezzarobba mette il pallone sotto l’incrocio per l’1-3, ma proprio allo scadere del tempo Di Luciano in controfuga confeziona il 2-3. Nella seconda frazione i siciliani ribaltano il risultato. Jelaca colpisce in superiorità dopo appena 30’’ dallo sprint (3-3), Espanol in controfuga firma il sorpasso degli aretusei (4-3). E Oliva con un paio di parate (sulle pericolose conclusioni di Espanol e Giacoppo) evita il -2. Al cambio di campo l’Ortigia è avanti per 4-3.

Nel terzo periodo Trieste riesce a cambiare marcia. Oliva si supera su Napolitano e dall’altra parte del campo sale in cattedra Mezzarobba. Il numero 10 alabardato sigla il 4-4 con uno splendido diagonale in superiorità, poi tutto da solo beffa la difesa dell’Ortigia per il 4-5. Napolitano impatta con l’uomo in più (5-5), lo scatenato Mezzarobba scrive 5-6 (perfetta conclusione in superiorità), poi a 18’’ dalla fine del tempo Rocchi scappa in controfuga e sigla il preziosissimo 5-7. Intanto il Bogliasco dilaga con Catania, Trieste ha il destino nelle proprie mani. I padroni di casa comunque non mollano la presa e il quarto periodo si apre con la colomba di Napolitano da boa (6-7). Lo spavento dura una manciata di secondi: Mezzarobba pesca Gogov sui 2 metri, il serbo tocca al volo e deposita il 6-8 alle spalle di Caruso. Gli alabardati regalano anche spettacolo. Oliva salva su Di Luciano, sul ribaltamento di fronte arriva l’espulsione e Bettini chiama time-out. Al rientro Podgornik sfrutta un superbo assist di Vico a coronamento di una perfetta azione corale e sigla il 6-9 a 4’01’’ dalla fine. Jelaca riporta sotto i siciliani (7-9), poi è un lungo conto alla rovescia fino alla sirena finale. C’è ancora il tempo per la staffilata mancina di Panerai (7-10). Poi è finalmente festa.

ORTIGIA SIRACUSA – PALLANUOTO TRIESTE 7-10 (2-3; 2-0; 1-4; 2-3)

ORTIGIA SIRACUSA: Caruso, Cassia, Abela, Jelaca 2, Di Luciano 1, Farmer, Giacoppo, Espanol 2, Rotondo, Giribaldi, Ortoleva, Napolitano 2, Agricola. All. Piccardo

PALLANUOTO TRIESTE: Oliva, Podgornik 1, Petronio, Ferreccio, Giorgi, Panerai 1, Gogov 2, Turkovic, Vico 1, Mezzarobba 4, Spadoni, Rocchi 1, Persegatti. All. Bettini

Arbitri: Scappini e Brasiliano

NOTE: usciti per limite di falli Rocchi (T) e Podgornik (T) nel quarto periodo; superiorità numeriche Ortigia Siracusa 3/10, Pallanuoto Trieste 5/9 + 1 rigore; spettatori 200 circa