Pallanuoto – Trieste si ferma a Mompiano

Il difensore croato Ivan Buljubasic

Sconfitta esterna per la Pallanuoto Trieste nel secondo turno del girone scudetto della serie A1 maschile. A Mompiano la squadra sponsorizzata Samer & Co. Shipping è stata battuta dall’An Brescia campione d’Italia in carica per 15-11. Uno stop che non pregiudica la situazione di classifica degli alabardati, sempre terzi a quota 32. I lombardi allungano a 37 (dietro alla Pro Recco capolista), mentre il Telimar Palermo risale in quarta posizione (31) grazie al netto successo sul Salerno. Ortigia Siracusa quinta a quota 30 e Rn Savona sesta a 28. “Abbiamo giocato una buona gara – analizza l’allenatore Daniele Bettini – solo nel secondo periodo abbiamo perso un po’ il filo del discorso, ci siamo innervositi, e loro ci hanno punito ad ogni minimo errore, del resto non sono i campioni in carica per caso. A tratti però li abbiamo messi in difficoltà, ora recuperiamo energie e pensiamo alla prossima difficilissima trasferta”.

La cronaca. I padroni di casa scavano il solco decisivo nelle prime due frazioni. Dopo 1’40’’ è 2-0 grazie alle reti di Di Somma e Gitto, Trieste resta in scia con Inaba (2-1), Luongo e il solito Di Somma scrivono 4-1, prima del gol in superiorità numerica di capitan Petronio (4-2). Gli alabardati reggono fino al 7-4 (gol di Buljubasic e Inaba su rigore), poi il Brescia piazza un parziale di 4-0 con Alesiani (tripletta) e il mancino Vapenski: 11-4 a 30’’ dal cambio di campo. Inaba prova a tenere vive le speranze ospiti con la rete dell’11-5.

Nel terzo periodo la Pallanuoto Trieste si rimette subito in carreggiata, ma non riesce a intaccare il vantaggio dei lombardi. Alle reti di Podgornik e Mladossich risponde la doppietta di Dolce per il 13-7 a 8’ dalla fine. Nel quarto periodo gli alabardati continuano a creare occasioni, vanno in gol con Mezzarobba, Podgornik, Inaba e Bego proprio a 3’’ dalla sirena per il definitivo 15-11. “Ce la siamo giocata alla pari nonostante il -4 finale – conclude il team manager Sandro Maizan – peccato per qualche episodio sfavorevole, potevamo sicuramente restare più vicini nel punteggio. Ma contro un avversario così attrezzato questa volta va bene così”.

Sabato prossimo (5 marzo) la Pallanuoto Trieste sarà impegnata sul campo della Pro Recco.

AN BRESCIA – PALLANUOTO TRIESTE 15-11 (5-2; 6-3; 2-2; 2-4)

AN BRESCIA: Tesanovic, Dolce 2, C. Presciutti 1, Costantin Bicari, Lazic, Vapenski 3, Renzuto Iodice 1, Gianazza, Alesiani 3, S. Luongo 1, E. Di Somma 3, N. Gitto 1, Borsarini. All. Bovo

PALLANUOTO TRIESTE: Oliva, Podgornik 2, Petronio 1, Buljubasic 1, Vrlic, Jankovic, Bego 1, Mezzarobba 1, Razzi, Inaba 4, Bini, Mladossich 1, Seppi. All. Bettini

Arbitri: D. Bianco e Ricciotti

NOTE: usciti per limite di falli Luongo (B) nel secondo periodo, Buljubasic (T) nel quarto periodo; superiorità numeriche An Brescia 4/10 + 1 rigore, Pallanuoto Trieste 4/12 + 2 rigori