Parte la collaborazione fra Polisportiva Villanova e Acido Lattico

Si arricchisce ancora la grande famiglia della Polisportiva Villanova Libertas. È stata sugellata infatti dai primi di novembre una collaborazione con l’associazione ciclistica Acido Lattico, che si allenerà al Palazen per la preparazione atletica durante i mesi invernali ed avrà così a disposizione i 300 mq di sui quali allenarsi nelle giornate di pioggia.

È stato tecnico della Polisportiva Maurizio Fornarolo a prendere accordi con il responsabile del settore giovanile dell’Acido Lattico Luca Cafueri ed il presidente Lucio Lena. Si è infatti occupato personalmente di creare un programma ad hoc che ha soddisfatto pienamente le aspettative di tutti i tecnici della società, in particolare di Roberto De Luca. «Fornarolo ha fatto un lavoro inappuntabile –. Ha sottolineato –. I ragazzi si sono divertiti e si sono allenati. Hanno fatto tutto quello che gli avrei fatto fare io e anche di più».

I ciclisti dai 7 ai 14 anni si sono quindi esercitati sulle cadute, sull’equilibrio e la coordinazione, aspetti indispensabili per tutte le discipline e anche per il ciclismo; ma hanno anche fatto potenziamento con un allenamento cardio.

La preparazione atletica è stata completata dai test di Mauro Baron, responsabile della Scuola Nazionale di Canoa Libertas “Barbara Nadalin” e tecnico del Gruppo Kayak Canoa Cordenons, nonché ex CT della nazionale di canoa slalom. Il servizio, a disposizione di tutti i frequentatori del Palazen, prevede di misurare lo stato di preparazione dei ragazzi. Nei tre mesi di corso invernale saranno poi effettuati altri controlli. La finalità è quella di verificare man mano l’efficacia degli allenamenti ed eventualmente aggiustare il tiro, per agire in maniera mirata su ogni atleta.

Soddisfatto anche il responsabile tecnici della Polisportiva Villanova Edoardo Muzzin. Quest’ultima collaborazione è solo la ciliegina sulla torta di una stagione iniziata con i migliori auspici. Tutti i corsi, che comprendono oltre al judo, la kick boxing, il karate, il jiu jitsu brasiliano, la difesa personale, la ginnastica dolce e la preparazione atletica, hanno registrato un aumento considerevole negli iscritti. Il solo judo nel primo mese di corso ha contato oltre una quarantina di nuovi tesserati, ed ogni settimana se ne aggiungono altri.

«Certo, abbiamo avuto delle difficoltà quando a gennaio il tecnico straniero del judo è andato via, che si è rivelato per nulla adeguato nella didattica giovanile rivolta a bambini e ragazzi. Ma una struttura articolata come la Polisportiva Villanova ha assorbito il colpo uscendone addirittura rafforzata –. Ha voluto sottolineare Muzzin –. Il Palazen ha ritrovato la sua armonia, ed il boom di iscritti che abbiamo registrato ce lo conferma. I tecnici delle diverse discipline lavorano in perfetta sintonia, proprio come suggerisce il nome “Palazen”. Non promettiamo invano a nessuno la partecipazione alle Olimpiadi, lavoriamo per raggiungerle. Quello che però ci interessa è far crescere i ragazzi in un ambiente sano e gioioso, in modo che ognuno possa seguire le proprie aspirazioni, assecondare le proprie potenzialità, ma soprattutto continuare a fare sport divertendosi».