Chiesetta votiva

di Romano Paludgnach

Punto di appoggio AGRITURISMO Monte del Re con Alloggio e Ristoro a Clenia di San Pietro al Natisone e Trattoria Le Querce – San Pietro Al Natisone (UD)

Un Itinerario che io definirei Slow a 360°, partendo dalla Città Longobarda di Cividale del Friuli dal centro storico in CityBike, ma anche con le MTB, in alternativa Trekking o Running a seconda delle proprie Passioni si può già usufruire dei molti Progetti che il nostro territorio Friulano offre ai Turisti, grazie all’integrazione di vari gruppi tematici tra cui Mobilità, ciclismo e turismo. Parliamo di Urban Trekking, ma anche di BiMobIS, anello cicloturistico transfrontaliero, come anche dell’ Alpe Adria Trail. Se quindi, dopo aver visitato il Tempietto Longobardo, la Casa Medievale il Museo archeologico Nazionale ed anche il Museo Cristiano accanto al Tesoro del Duomo, e la statua di Giulio Cesare che fu colui che nel 53 a.C. fondò con il nome di Forum Iulii, questa Città dal fascino unico, che ti lascia senza respiro, senza fiato, ma con un sacco di foto, con il cuore pieno di gioia e gli occhi pieni di ammirazione e, li ti rendi conto che questa Città che con il suo Tempietto Longobardo unico ed iscritto nel Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, a detta di molti può essere considerata una delle perle d’arte presenti in Friuli. Uscire, partire e lasciare, non sarà facile guardare avanti con curiosità, ma le sorprese, le cose belle non sono finite, ma anzi continuano passo dopo passo, davanti e al nostro fianco, a stupirci come quando attraversiamo il Ponte del Diavolo, con uno SlowMotion da “sabbie mobili” e finalmente usciamo da anni di storia e di arte e possiamo iniziare il nostro Tour Fotografico anche fuori dalle mura e li già ci troviamo in Piazza Resistenza pronti per prendere l’Anello Sud del Natisone. Questo itinerario che nella prima parte  segue  la sponda del Natisone (Anello sud Natisone) è affascinante e semplice da seguire in qunato su tutto il tracciato troviamo cartelli con le indicazioni chiare e ci porterà attraverso borgate, prati, con un susseguirsi di colori, profumi e con lo sguardo proteso sulle colline e sui monti delle prealpi giulie e fin oltre verso le vette della Slovenia che fanno da cornice. Il procedere lento ma allegro ci porterà verso Purgessimo che si trova ai piedi del Santuario di Castelmonte e a seguire lungo il percorso con un lieve Sali-scendi ci troveremo al Ponte San Quirino e quindi, attraversato il ponte che troveremo sulla nostra sinistra appena dopo svolteremo a destra seguendo la segnaletica verso Vernasso ed a seguire nel breve dopo Oculis svolteremo a destra per oltrepassare il Natisone sul ponticello strettissimo ed emozionante nuovamente il fiume Natisone. Lungo tutto questo tragitto davanti a noi imponente e fantastico il Monte Matajur ci guiderà verso le Valli del Natisone. Una volta passato il centro, ci porteremo verso la Chiesa del comune di San Pietro al Natisone e passandole a fianco prendendo la stradina asfaltata Via Klancic la seguiremo e ci porterà a salire  sul versante del Monte Klancic; sarà breve e solo dopo qualche tornante, poco dopo ci troveremo al piccolo passo di Klancic come da toponomastica. Obbligatorio fermarsi sulla piazzola alla nostra destra,  per prendere fiato ed osservare  la caratteristica segnaletica Presso la Trattoria Le Querce Segnaletica Percorsi in zona   su questo “trivio” con fiori colorati ed erbe spontanee. Sulla sinistra troveremo il sentiero che porta direttamente verso il Monte Matajur. Ma lo sguardo subito ci distrae per farci notare il cartello: Trattoria Le Querce!!! …ci facciamo sicuramente una sosta, vista l’ora di pranzo per scoprire, se è vero come dicono, che i piatti tipici locali fanno buon uso delle erbe spontanee che profumano e colorano prati e boschi di questo splendido paesaggio ancora incontaminato delle Prealpi Giulie.

 

 

 

Ad accoglierci presso il locale Le Querce la Signora Ediliana con gentilezza e bontà unica ci farà scoprire il così definito “piccolo paradiso enogastronomico delle valli”. Il Menù lo troviamo arrotolato con eleganza sul nostro tavolo apparecchiato con estrema cura e ovviamente colorito dei fiori appena Fotografati prima di entrare in questo paradiso.

Una volta ripartiti….dalla piazzola… Sulla Destra troviamo il Percorso Naturalistico che porta in cima al Monte Roba curato dalle scuole medie di San Pietro al Natisone, il quale scollina e poi scende presso il campo sportivo del medesimo comune.

Se invece procediamo sulla strada asfaltata davanti a noi ci troveremo a scendere verso Clenia,

Chiesa S Antonio a Clenia
Chiesa di S. Antonio a Clenia

e davanti a noi dopo 200 metri all’interno della borgata di Clenia Lei: la Chiesa Storica di Sant’Antonio del XIV secolo, una delle molte chiese votive che troviamo nel nostro Friuli, solo qui nel giro di pochi KM, ne troviamo 6 di Chiesette e queste fanno parte del sentiero della Fede con i loro Altari Dorati.

Chiesetta votiva
Chiesetta votiva

Se invece una volta che siamo a fondo valle prendiamo subito la stradina sterrata, sulla nostra destra, che ci porterà rapidamente all’ Agriturismo Monte del Re con Alloggio e Ristoro curati dal Titolare Francesco Perrone .  Sembra un “ranch” americano, steccato rigorosamente in legno, saliamo al secondo parcheggio in alto, mentre scendiamo dall’auto ci colpisce “il tutto ordinato”, e camminando e davanti a noi sul pavimento ci colpisce la scritta, il Logo Monte del Re ovviamente a mosaico, e subito ci viene incontro Francesco, che ci accoglie nei migliore dei modi, e con grande disponibilità ci fa da cicerone spiegandoci che colui che ha realizzato il mosaico è il piastrellista Alessandro Sosa.

Photo Tour Agriturismo Monte del Re e Vista Monte Matajur Prealpi Giulie

Agriturismo Monte del Re RP Art004 MontedelRe 002

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’Effetto Sorpresa non finisce qui, Seguiamo Francesco che ci guida all’interno dell’ampia location, molto illuminata dal sole grazie alle vetrate, calda ed accogliente la struttura in legno, bellissimo progetto dalle proporzioni perfette, Pensato nel suo complesso  dall’Architetto Serena Pellegrino, con attenzione ai colori e all’ambiente e con tutto ciò che ci circonda. Gli interni sono stati invece Progettati e realizzati  Originali le teche  anch’esse realizzate in legno dall’artigiano e falegname Vecchiutti di Cargnacco che si avvalso della Collaborazione dell’architetto…….. . Le Teche di vetro e legno sono dei veri e propri contenitori che servono per valorizzare i lavori dei vari Artigiani delle Valli del Natisone, ma non solo anche di tutto il Friuli Venezia Giulia, io lo definirei PUNTO D’INCONTRO tra l’Azienda Agrituristica e gli Artigiani locali.

Formaggio, Vino e Miele, ed a seguire…

L a storia del Logo Monte del Re ha il suo richiamo alla montagna più alta in zona il Monte Matajur, la più alta vetta delle Prealpi Giulie, a ridosso del confine con la Slovenia.

L’Agriturismo Monte del Re situato a Clenia, comprende varie attività, una delle quali è l’Azienda Agricola Alberone Sas che prende il nome dal rio che scorre nella Valle omonima, si colloca a 2 Km dalla confluenza con il Natisone. All’interno dell’Azienda che si sviluppa su oltre 3.000mq., troviamo l’Allevamento di tre razze: Golden Retriever , Labrador Retriever, e il Pastore Tedesco, qui splendidi cuccioli nascono e crescono sotto  l’attenzione costante ed amorevole della Sig.ra Anna assieme al marito Lorenzo e al figlio Gabriele soci di Francesco.  Per quanto riguarda invece l’Educazione Cinofila, a seguire il Programma Formativo sono  Gabriele e Lorenzo;  è un particolare Addestramento Binomio Cane-padrone, che è un Percorso di Ricerca di una corretta comunicazione con il cane!!!!, e, viceversa il cane viene educato affinchè sappia convivere con tutta la famiglia bambini e grandi a cui farà parte e socializzare con i propri simili.

La struttura moderna e confortevole offre per cani di tutte le razze, ma anche gatti ed altri animali d’affezione ampi spazi dedicati, quindi una vera e propria Pensione con a richiesta il Servizio Taxi for Pets.

Francesco ci racconta che lo Staff è molto affiatato e ciò permette di offrire un’eccellente servizio di accoglienza in tutte le fasi, sia come alloggio che come cucina,  qui stanno portando avanti anche il Progetto Associazione Autismo FVG, con l’inserimento periodico di 3 ragazzi.

Per chi volesse anche solo fermarsi nel week-end per provare anche solo la Degustazione  Enogastronomica locale i cui piatti che vengono preparati con cura rispettando ciò che offre la natura nelle varie stagioni, per cui hanno anche aderito all’Iniziativa “Invito a Pranzo” delle Valli del Natisone. La gran parte degli alimenti vengono prodotti direttamente dall’Azienda Agricola. Tra gli antipasti si distingue il “Tonno di coniglio alle erbe aromatiche” la cui preparazione si basa su un mix di erbe coltivate dall’Agriturismo  come la liquirizia ed il finocchietto e le Erbe Spontanee tra cui l’Aglio Orsino, lo Sclopit. Lo Chef racconta che la cottura è molto lenta e diventa morbido come un tonno, dal sapore delicato ed aromatico. Poi Flan allo Sclopit e fonduta di malga che si presta molto per il suo sapore delicato e nel contempo marcato creando un gusto unico.

Questa Azienda è immersa nel verde delle Valli del Natisone, e con i suoi 6 ettari, offre all’interno vari percorsi sia di Trekking,  Mountain Bike tutti tracciati e scaricabili al link con il Gps. L’Atmosfera è incantevole, non solo verde, ma veniamo avvolti dai colori dei fiori, con la possibilità di scattare anche la foto al Castagno Secolare. Per i veri sportivi, ma anche per chi volesse semplicemente provare gli innumerevoli itinerari che partono dall’Agriturismo, la Struttura è provvista del Servizio “Officina Ricovero” per Mtb, inoltre c’è la possibilità del di una Guida Mtb e/o Turistica ed inoltre in zona troviamo anche il Servizio noleggio bici.

Questa location è molto adatta per il soggiorno di intere famiglie, ed in particolar modo ai bambini, in quanto ci sono zone attrezzate, e la cui Responsabilità Didattica è affidata a Vanessa del Ros; ricordiamo che è già in fase avanzata per il Riconoscimento da parte dell’Ente Ersa come Fattoria Didattica.

 

Ecco come raggiungere in auto il punto di appoggio se vorrete effettuare l’Itinerario all’inverso:

Superata Cividale del Friuli in  direzione  Carraria  quindi a seguire Slovenia, raggiungete Ponte San Quirino lì  trovate un bivio  proseguite sulla statale in direzione Slovenia  per San Pietro al Natisone e una volta passato tutto il centro del comune ad una strettoia svoltate a destra verso la Chiesa.

(Foto ed articolo di Romano Paludgnach )

Itinerari in zona:

1) La cascata del Kot a San Leonardo (UD)

2) Il Castagno monumentale a Pegliano di Pulfero (UD)

3) La Chiesetta di San Canziano a Mezzana di San Pietro al Natisone (UD)

4) Slow Itinerary Trek: Chiesa di Sant’ Antonio a Clenia di San Pietro al Natisone (UD)

5) Chiesa di San Bartolomeo a Vernasso di San Pietro al Natisone (UD)

6) Urban Trail Dal Centro Storico di Cividale del Friuli alle forre mozzafiato del Natisone

7) Anello di Guspergo a Sanguarzo di Cividale del Friuli (UD)

8) Percorso Orsaria a Casali Selva verso Buttrio

9) Itinerario da Cividale alla Cascata di Clodig ed al Kolovrat

10) Percorso Gagliano di Cividale del Friuli (UD)

11) Progetto BiMobIS Transfrontaliero tra Italia e Slovenia

12) Percorso Naturalistico

13) Sentiero della Fede, Anello delle sei chiese votive

14) Pista ciclabile  da  San Pietro al Natisone  a Ponteacco

15) Anello Nord e Sud del Natisone a Cividale del Friuli (UD)

16) Centro Visite Mulino e Sentiero Didattico Naturalistico – Parco dei Ciclamini a Ponteacco di San Pietro al Natisone (UD)

17) Grotte d’Antro ad Antro di Pulfero (UD)

18) Monte Mia

19) Monte Matajur