Pordenone si prepara per il 31° Trofeo Villanova

Alessandro Furchì in azione
Alessandro Furchì in azione
Alessandro Furchì in azione

Il Palazzetto dello sport di via Rosselli si appresta a ospitare il 31° Trofeo “Villanova”, la fortunata kermesse di arti marziali (in programma nel weekend dal 15 al 16 marzo) organizzata dalla polisportiva Villanova Judo Libertas di Pordenone, che ha in Edoardo “Dudu” Muzzin il suo deus ex machina.

Si tratta di una manifestazione che ingloba due distinti tornei di kata, ovvero le forme del judo eseguite in duetto. Sabato, dalle 9.30 alle 16, si disputerà il 7° Eju Kata Tournament, ovvero la Coppa Europa di specialità. Saranno presenti sette Nazioni: Italia, Francia, Belgio, Svizzera, Croazia, Austria e Germania.

Sul tatami scenderanno anche i portacolori non plus ultra del Villanova, ovvero la collaudata coppia formata da Alessandro Furchì e Michele Battorti, già vice campioni europei 2012 nella categoria “nage no kata”. Ma è altresì annunciato il debutto di un giovanissimo tandem di casa: i 13enni Kenny Bedel e Matteo Visentini, impegnati nel “katame no kata”. Non basta, perché nel “kodokan goshin jutsu” sono iscritti d’ufficio anche Marco Dotta e Marco Durigon del Kiai Portogruaro, mentre dovrebbero essere della gara anche gli azzanesi Marika Sato e Alfredo Sacilotto, affiatata coppia nella vita come nello sport.

Il giorno seguente (stessi orari) il Forum sarà teatro della seconda prova del Grand Prix Fijlkam, i cui vincitori si qualificano d’ufficio sia per gli Europei (24 e 25 maggio, Lignano Sabbiadoro) che per i Mondiali. Ciliegina sulla torta, nel corso della kermesse gli allievi del Villanova daranno vita al “Judo show“, l’ultima frontiera delle arti marziali, consistente nell’esibizione a suon di musica di un sestetto di atleti. Insomma, uno sforzo organizzativo di non poco conto per il club pordenonese, presieduto da Franca Bolognin, che si avvarrà di uno staff composto da una trentina di volontari.