Presentato a Udine il Trofeo Alpe Adria di judo

La presentazione del Trofeo Alpe Adria

Con undici nazioni rappresentate e oltre mille atleti protagonisti, la diciottesima edizione del Trofeo Internazionale Alpe Adria, organizzata dalla Dlf Yama Arashi Udine, rappresenta uno degli eventi clou per quanto riguarda il panorama internazionale di judo. La manifestazione si terrà al PalaGetur di Lignano Sabbiadoro in questo fine settimana, ed è stata presentata ieri a Udine nella sede della Regione.

Presenti, fra gli altri, l’assessore regionale Elio De Anna, il consigliere nazionale della Fijlkam Stefano Stefanel, l’assessore della provincia di Udine Mario Virgili, il vicepresidente del Coni regionale Giuliano Gemo, e l’assessore della città di Lignano Massimo Brini i quali hanno espresso unanime apprezzamento per un’iniziativa che ogni anno catalizza l’interesse degli appassionati, riuscendo a realizzare numeri di assoluto rilievo unitamente ad un livello tecnico molto importante.

Le nazioni presenti saranno Italia, Slovenia, Croazia, Bosnia, Austria, Albania, Svizzera, Messico, Azerbajan, Grecia e Serbia, ma i riflettori saranno puntati soprattutto sugli atleti italiani, in prima fila l’Akiyama Settimo, che ha iscritto 45 atleti fra i quali si evidenziano i nomi di Fabio Basile e Matteo Piras, il Nippon Napoli con Carmine Di Loreto, Davide Faraldo e Daniela Raia, ma anche le attese del Friuli Venezia Giulia sono riposte su diversi atleti, con particolare attenzione su Sorarya Luri Meret del Kuroki Tarcento, candidata al successo nei +70 kg U18 ed una delle poche atlete che saliranno sul tatami anche il giorno dopo fra le U21.