Running – Conto alla rovescia per la Corsa della Bora 2020

Da venerdì 3 a domenica 5 gennaio Trieste diventerà la capitale del trailrunning italiano e tappa iniziale di un percorso ambizioso e tutto da scoprire. Partirà infatti dal capoluogo della regione Fvg il progetto “K80 (off) Road to 2021” , ideato dalla Fidal (Federazione Italiana di Atletica Leggera) per provare ad affrontare il deficit di competitività che l’Italia lamenta sulle distanze più lunghe della corsa sui sentieri, pur in un ambito di successo per l’atletica italiana come quello del mountain and trail running.

Sui sentieri triestini, in occasione del BoraFest, ovvero l’Outdoor Winter Festival curato dall’Asd SentieroUno e che si svolge parallelamente alla Corsa della Bora, si terrà il primo raduno del progetto, coinvolgente una serie di atleti papabili per vestire la casacca tricolore sugli 80k.

Nell’appuntamento di inizio anno verranno poste le basi sulle quali si proseguirà a lavorare pure nei mesi successivi. Lo staff tecnico della nazionale cercherà di mettere in campo le proprie conoscenze per aiutare gli atleti nella propria programmazione ed aggiungere un’ulteriore bagaglio di esperienze al lavoro dei singoli allenatori.

Il “progetto 80k” cercherà di accompagnare i corridori nel raggiungimento di questi obiettivi: una bilanciata periodizzazione della stagione sportiva, una corretta metodologia degli allenamenti, un’attenzione particolare per la gestione nutrizionale e la ricerca di confronti agonistici di elevato spessore.

In questo primo raduno sono stati convocati i seguenti atleti: al maschile si troveranno a faticare spalla a spalla Riccardo Borgialli, Davide Cheraz, Mirko Cocco, Franco Collé, Daniele Jung, Andrea Macchi, Montani Riccardo, Giulio Ornati e Stefano Rinaldi. Mentre nel gruppo in rosa ci saranno Lisa Borzani, Cecilia Flori, Francesca Pretto, Giuditta Turini, Martina Valmassoi e Giulia Vinco. Questo elenco comprende tra i più forti esponenti italiani di questa disciplina sul format di 80 km, ed è un gruppo di partenza a cui potranno aggiungersi altri atleti meritevoli della convocazione.

Ma gli specialisti tricolori del trail oltre a macinare kilometri incontreranno il pubblico. Sabato 4 gennaio dalle 17 al Museo Revoltella si terrà la Conferenza “K80 (off) road to 2021- La programmazione tecnica verso un obiettivo”. Dopo i saluti di rito ad opera dell’Assessore allo Sport del Comune di Trieste Giorgio Rossi, del Presidente del Coni Regionale Giorgio Brandolin, del Presidente dell’Aics Fvg Giorgio Mior, del Presidente della Trieste Atletica Omar Fanciullo si assisterà agli interventi introduttivi del Responsabile Tecnico Federale per la corsa in montagna, trail e ultradistanze Paolo Germanetto e del Collaboratore della Direzione Tecnica per il Trail Fulvio Massa. Successivamente sarà lasciato spazio alle parole degli atleti che poi alle 19.30 all’Hotel Riviera ceneranno assieme agli appassionati e curiosi.

L’idea di costruire questo progetto “”K80 (off) Road to 2021” è nata perché tra due anni il mondo del trail esplorerà uno nuova formula della propria rassegna iridata, che si chiamerà “IAAF World Mountain and Trail Running Championships”. La manifestazione, organizzata sotto l’egida della IAAF (International Association of Athletics Federations) in collaborazione con la ITRA (International Trail Running Association) e la WMRA (World Mountain Running Association), ospiterà ben quattro format di gara, che accoglieranno sui tracciati i migliori interpreti delle corse outdoor provenienti da ogni angolo del globo: Vertical Run, Mountain and Trail Running Marathon, Mountain Classic e 80k.