Running – Domenica 21 novembre ritorna la “Carsolina cross”

Una gara diventata una classica del panorama nazionale della corsa campestre e che il 13-14 marzo 2022 sarà il palcoscenico dei Campionati Italiani della specialità, conosciuti anche come Festa del Cross. La quarantaseiesima edizione della Carsolina Cross, che andrà in scena domenica 21 novembre, sarà dunque la prova generale dell’evento tricolore del prossimo anno, assumendo così un’ulteriore elemento di interesse. Tra poche settimane la manifestazione, curata dalla Trieste Atletica, accoglierà sulle proprie linee di partenza i migliori mezzofondisti e le migliori mezzofondiste (categorie Allievi, Juniores, Promesse, Senior M/F) che si giocheranno le ultime chance di qualificazione agli Europei di cross che si terranno a Dublino domenica 12 dicembre.

La Carsolina Cross anche quest’anno sarà l’ultima prova di qualificazione alla rassegna continentale, preceduta dal Cross Valmusone (14 novembre) e dal Cross della Valsugana (7 novembre). L’appuntamento, organizzato dal sodalizio presieduto da Alessio Lilli, si terrà come di consueto all’interno dell’Aerocampo di Prosecco (Trieste) con partenza e arrivo allestiti al Campo Ervatti. I partecipanti si sfideranno sul consolidato tracciato di 2 chilometri, un percorso completamente erboso e caratterizzato da un iniziale lunga salita e da una parte finale più nervosa con numerosi cambi di direzione.

Sui prati del Carso triestino, oltre agli specialisti italiani saranno della partita anche gli atleti e le atlete della vicina Slovenia che in occasione della Carsolina cercheranno anche loro di strappare il pass per gli Europei. Ma la Carsolina Cross, oltre a valorizzare la posizione geografica transfrontaliera di Trieste e la sinergia tra la Trieste Atletica e le altre realtà collaboratrici provenienti dal mondo sportivo ma non solo, è sempre stata capace di sottolineare la potenza inclusiva dell’atletica e lanciare con forza messaggi di carattere sociale. Sullo stesso tracciato dei professionisti si daranno battaglia anche i master e le categorie giovanili, tra queste ultime come nelle scorse stagioni i protagonisti del progetto “Atleti Anche Noi”, targato Trieste Atletica e rivolto ai minori con disabilità intellettivo relazionali, gareggeranno fianco a fianco ai ragazzi normodotati sotto l’egida della Fidal (Federazione Italiana di Atletica Leggera).

Infine, l’evento gialloblu sarà completamente “plastic free” dato che verrà utilizzato unicamente materiale (bicchieri, piatti, stoviglie) biodegradabile e compostabile.