Running – Edizione numero zero per la Strabut Extreme Challenge

La Carnia è una stupenda area montuosa con prevalenza di alta montagna ma anche di monti di non meno importanza situati a partire dal Lago di Cavazzo fin su alla conca Tolmezzina e Villa Santina. Tra questi, a picco sul capoluogo carnico di Tolmezzo, c’è il Monte Strabut con i suoi 1104 metri di altezza.

Da sempre è stato una palestra di allenamento per chi corre, chi va in bici e chi semplicemente ci va a camminare. Da questa sua presenza ed anche per la sua fierezza, visto che per raggiungere la vetta da Tolmezzo attraverso la direttissima non si può certo essere degli sprovveduti, ecco che grazie al pensiero sportivo lungimirante di alcuni appassionati di montagna di Tolmezzo unitamente ad alcuni elementi del Team Corse dell’Aldo Moro Paluzza, si è pensato di fare un esperimento agonistico lanciando l’idea del Strabut Extreme Challenge.

Nasce così una sfida, fondamentalmente tra amici, ma con toni agonistici ed in sicurezza, per confrontarsi con questa montagna. Area di partenza Via Cisterna (a due passi dalla  centralissima Via Roma in Tolmezzo) e salita lungo la direttissima che porta in 2,2 km in vetta per un dislivello di 780 metri. Discesa un po’ più soft (si fa per dire) con lo stesso dislivello negativo ed una lunghezza di 2,8 km.

Le sfide sono state suddivise in tre opzioni: giro completo, solo salita e solo discesa. 33 gli appassionati che si sono affrontati scegliendo per la maggior parte il giro intero (22) mentre in 7 hanno scelto la sola salita ed in 4 la pura discesa.

Griglia di partenza ricca di nomi importanti del panorama nazionale della corsa in montagna, quali Tiziano Moia e Michael Galassi. Oltre a loro specialisti provenienti un po’ da tutta la Carnia.

Di seguito i tempi rilevati dai diversi atleti intesi come record di riferimento per le prossime edizioni:

GIRO COMPLETO

Uomini: Tiziano Moia 43’59”

Donne: Carla Spangaro 59’17”

SALITA

Uomini: Tiziano Moia 28’38”

Donne: Carla Spangaro 38’29”

DISCESA

Uomini: Antonio Filipuzzi 13’07”

Donne: Carla Spangaro 20’48”

 Questa che possiamo considerare l’edizione ZERO in realtà è stata preceduta da vecchi e più recenti eventi riusciti e non. Facciamo riferimento a ricordi e testimonianze verbali che fanno risalire all’anno 1979 una storica edizione sullo Strabut con l’organizzazione di Ivo D’Orlando e vincitore Gian Battista Romanin con Renato Del Gallo al secondo posto. La prima edizione del nuovo millennio avrebbe dovuto andare in scena a novembre 2018 ma andò cancellata per i drammatici eventi della tempesta Vaia.

Questa proposta sportiva ha permesso anche una perfetta sistemazione dei sentieri che portano allo Strabut ed alla messa in sicurezza di alcuni tratti della Direttissima. Senza fare nomi si ringraziano tutti i volontari che a vario titolo hanno messo a disposizione il loro tempo per la realizzazione di questo suggestivo evento. Chi si vuole cimentare su questi sentieri lo può fare liberamente tenendo in attenta considerazione la raccomandazione di andare con prudemza e solo se si ha una sufficiente preparazione fisica. Meglio munirsi di casco se si vuole affrontare la Direttissima.