Running – In cantiere la ventesima edizione della Maratonina

Presentata a Udine la tradizionale corsa di 21,097 chilometri che avrà luogo domenica 22 settembre con anche molti eventi collaterali il giorno precedente

Vent’anni di una manifestazione entrata ormai nella tradizione sportiva del capoluogo friulano non sono pochi. L’ha sottolineato il presidente della Maratonina udinese, Paolo Bordon, aprendo la presentazione che ha avuto luogo in un noto locale del centro cittadino, con la partecipazione di uno dei fondatori, Aristide Orzincolo, dell’assessore regionale Barbara Zilli e di quello del Comune di Udine, Paolo Pizzocaro, con il campione carnico Venanzio Ortis, fra gli organizzatori della manifestazione, a delinearne i dati essenziali: “Una delle novità spettacolari di quest’anno è costituita dalla salita del castello, a invito, a coprire uno strappo di 300 metri su una pendenza media dell’11%. Molti saranno come di consueto gli atleti africani, con i keniani fra i più accreditati, mentre tra gli italiani spiccano le presenze di Bini e Bona.

Del lotto dei campioni farà parte anche la croata Sustic, che ha chiesto espressamente di partecipare in preparazione ai mondiali di Doha”. Un tracciato, quello della nuova edizione, ha evidenziato Ortis, che sarà per forza di cose modificato rispetto alle precedenti: “Ci sono molti cantieri che coinvolgono zone centrali della città, uno su tutti quello di via Mercatovecchio, rendendo appunto necessarie delle variazioni del tracciato. La partenza avrà luogo in Piazza Primo Maggio, da dove si snoderà verso viale della Vittoria e a seguire lungo altre vie cittadine fino all’arrivo in via Vittorio Veneto”. E poi una chicca finale: “Sono state conservate tutte le magliette celebrative delle venti edizioni della Maratonina e verranno esposte in una mostra sotto la Loggia del Lionello nei giorni della manifestazione”. (E.F.)