Scherma – All’ungherese Kovacs il primo oro nella prova di Coppa del Mondo U20 di Udine

L’Ungheria vince il primo oro della tappa italiana di Coppa del Mondo Under 20 di scherma in corso al PalaIndoor Ovidio Bernes di Udine. Il successo nella prova di spada maschile è andato al mancino magiaro Gergely Kovacs che ha superato 15-8 nel match per il titolo un altro mancino, lo svizzero Sven Vineis. La finale ha messo di fronte due outsider, entrambi gli atleti a Udine hanno raggiunto il primo podio in Coppa del Mondo della loro giovane carriera. Al terzo posto si sono classificati un altro ungherese, Jonathan Hamilton-Meike, superato per 15-11 da Vineis, e il russo Kirill Onishchuk, sconfitto da Kovacs per 15-12.

Quinto – il migliore della nutrita squadra italiana – è giunto Simone Mencarelli. Primo dopo i gironi eliminatori e capace di superare al minuto supplementare negli ottavi il vincitore di Udine 2020 Filippo Armaleo, lo spadista torinese è stato fermato per 15-14 nei quarti dall’ungherese Hamilton-Meike. Sesto posto per il trevigiano Nicolò Bonaga, sconfitto dal russo Onishchuk per 15-11.

Si sono fermati nelle prime fasi della gara i due atleti regionali impegnati oggi. Il sedicenne Gabriele Babbucci – in pedana con i colori della Slovenia ma allievo di Stefano Delneri alla San Giusto Scherma di Trieste – non è andato oltre i gironi eliminatori, mentre Matteo Wicht, svizzero di mamma udinese che si allena d’estate all’ASU con il Maestro Piraino, è stato fermato nel tabellone dei 128 dall’ungherese Maruan Osman-Touson.

L’organizzazione della competizione è affidata al Comitato Organizzatore Locale, organismo parallelo al Comitato regionale FIS del Friuli Venezia Giulia, presieduto da Paolo Menis, con il supporto della Federazione Italiana Scherma, della Regione FVG, del Comune di Udine e di un pool di sponsor privati.

L’attuale edizione è la 16a ospitata dal Friuli Venezia Giulia negli ultimi 17 anni. Le prime sette si sono disputate all’allora Villaggio Ge.Tur. di Lignano Sabbiadoro e le successive otto al PalaIndoor di Udine prima della pausa forzata nel 2021 a causa della pandemia. Nel corso degli anni sulle pedane friulane sono saliti tutti i migliori giovani talenti internazionali che hanno poi continuato la loro brillante carriera anche nelle categorie assolute. Nel palmares di questa gara figurano, citando solo gli italiani più conosciuti, Rossella Fiamingo, Arianna Errigo, Alice Volpi, Marco Fichera e Luca Curatoli, tutti atleti medagliati alle Olimpiadi.