Scherma – Bronzo a squadre per Michela Battiston nella Coppa del mondo assoluta di sciabola

Ritorno alle competizioni internazionali con medaglia per la friulana Michela Battiston. Fermata dalla positività al Covid nel primo appuntamento stagionale a Tbilisi, la sciabolatrice di Torviscosa è scesa in pedana nel weekend a Plovid in Bulgaria nel secondo appuntamento di Coppa del Mondo assoluta della stagione. Ieri nella gara a squadre il quartetto azzurro, composto anche da Rossella Gregorio, Martina Criscio e Benedetta Taricco ha conquistato la medaglia di bronzo, risultato che migliora la quinta piazza di Tbilisi e conferma le azzurre nell’élite della sciabola mondiale.

Le azzurre – capitanate da Rossella Gregorio, reduce da due terzi posti anche nelle prove individuali – hanno vinto il primo match di giornata contro il Canada col punteggio di 45-35 nel tabellone dei 16, poi nei quarti hanno sfidato la Turchia in un assalto al cardiopalma: sotto 35-40, nell’ultimo parziale Rossella Gregorio è stata capace di recuperare e di concludere sul 45-44. In semifinale il team italiano ha trovato la Francia, vincitrice della gara così come nell’ultima prova di Coppa del Mondo in Georgia: le transalpine hanno avuto la meglio per 45-23. Le azzurre hanno così affrontato la Bulgaria nell’assalto valido per il terzo gradino del podio e grazie a un’ottima prova di squadra sono riuscite a conquistare il successo con il punteggio di 45-29.

Sabato la prova individuale per la portacolori dell’Aeronautica Militare si era conclusa nel tabellone da 64 con una sconfitta patita dalla spagnola Navarro per 15-13. «La gara individuale non era andata bene – ha spiegato Michela Battiston -. Avevo bisogno di riprendere le buone sensazioni che ho perso da un po’ di tempo: sono contenta di essere riuscita a cambiare nella gara a squadre e di essere riuscita a portare a casa una medaglia, esprimendo di più me stessa e mostrando quello che so fare».

Nel weekend a Doha in Qatar era di scena il Grand Prix di spada. Prova incolore per le friulane in gara. Mara Navarria non è andata oltre il tabellone delle 64, sconfitta dall’americana Van Brummen nel primo match di giornata per 15-12 mentre Giulia Rizzi si è fermata nel turno successivo, superata all’ultima stoccata dalla francese Vanryssel.