Scherma – Spanò: “Quest’anno obiettivo mondiali”

Reduce dal grande terzo posto a Londra nella seconda prova del circuito europeo master, Umberto Spanò, spadista della SGT, torna a Trieste con al collo una medaglia di grande valore, per lui e per tutta la Ginnastica Triestina. La competizione era una delle quattro prove annuali che servono a decretare il vincitore della Coppa Europa e danno punti sia nel ranking europeo che italiano. Risultato ottenuto in una gara con grandi nomi (uno su tutti, Le Barbier, vincitore finale che ha eliminato Spanò in semifinale) e per questo ancora più lodevole.

“Bella esperienza quella di Londra– ha commentato Spanò –, ne ho approfittato per fare un viaggio! Era la seconda gara del circuito europeo master, che assegnava punti sia per la Coppa Europa che soprattutto per il ranking italiano master. Arrivare a maggio tra i primi quattro vale un pass per i mondiali di categoria, previsti in ottobre a Parenzo. Al momento sono terzo, ma ci sono ancora diverse gare nazionali e internazionali che possono cambiare le gerarchie, di certo il terzo posto di Londra ha rafforzato la mia posizione e il mio obiettivo è entrare nei primi quattro per ripetere l’esperienza del 2019, quando partecipai al mondiale a Il Cairo chiudendo undicesimo. Indossare la tuta dell’Italia e sapere di rappresentare la propria nazione è una gran cosa”.

Il grande percorso compiuto a Londra (nel girone con 4 vittorie e due sconfitte, nella fase a eliminazione diretta vittorie su Francois Lasson, Michel Deschamps e François Chartier prima di arrendersi al forte Le Barbier) si è interrotto solo in semifinale.

“Peccato essere usciti con Le Barbier, superfavorito della vigilia e poi vincitore finale. Sono stato alla sua altezza nella prima metà di gara, commettendo poi alcuni errori rivelatisi fatali. Lui è molto bravo e ha meritato la vittoria, però quella di Londra era la prima volta che lo incontravo. Ho individuato alcune sue caratteristiche e sarebbe bello rincontrarlo in futuro per metterle a frutto”.

Importante dunque il piazzamento nel ranking italiano, e in quello europeo?

“Al momento sono nono nel ranking europeo, ma la mia carriera continentale è appena alle prime gare e già a Kiev (una delle prossime tappe del circuito europeo master) voglio migliorare la mia posizione con un altro buon piazzamento”.

Ora quali sono le prossime date sfide all’orizzonte?

“Il prossimo fine settimana a Como c’è la gara di spada della categoria assoluti a squadre per la serie C2 alla quale partecipo all’interno della squadra della Ginnastica Triestina. Dopodiché tra 15 giorni riprendono le prove master nazionali con la gara di Cividale, a cui seguiranno quelle a Terni, Busto Arsizio e Bologna per poi arrivare in maggio ai campionati italiani a Cagliari. A quel punto ormai saranno noti i nomi di coloro che saranno ammessi al mondiale del prossimo ottobre. Quest’anno in maggio ci saranno anche i campionati europei a Bruxelles a squadre e in quel caso arrivare tra i primi tre potrebbe non bastare per guadagnarsi la convocazione azzurra”.