Trasferta bresciana e pericolo Tortelli per la Pallanuoto Trieste

Jacopo Giacomini, della Pallanuoto Trieste
Jacopo Giacomini, della Pallanuoto Trieste
Jacopo Giacomini, della Pallanuoto Trieste

Dopo il prezioso successo ottenuto nel derby contro il Plebiscito Padova, la Pallanuoo Trieste torna in vasca domani nell’ultimo turno del girone d’andata. Avversario dei giuliani sarà la Pallanuoto Brescia.

Trasferta insidiosa per la formazione alabardata perché i lombardi sono a secco di vittoria dal 16 febbraio e cercano quindi riscatto. Morale alle stelle invece per Trieste che punta a replicare le prodezze messe in mostra al Palasystem negli ultimi campionati: “Sono partiti molto forte  – spiega il tecnico dei giuliani Ugo Marinelli – sfruttando bene un calendario probabilmente più agevole rispetto al nostro. Ma questo cambia poco, il Brescia nonostante qualche difficoltà resta una squadra molto ostica da affrontare, che soprattutto in casa può mettere in difficoltà un po’ tutti”.

I lombardi, dopo i fasti dell’era Baldineti, si sono affidati all’esperienza di Giovanni Foresti nel ruolo di allenatore e giocatore. Attenzione in particolare alle vecchie conoscenze Maitini, Tortelli e Di Pilato, elementi cardine del gioco bresciano.